Notizia Oggi

Stampa Home

«Non si può morire sul posto di lavoro»

In Piemonte, nella stessa settimana in cui è morto Franco Rosetta vi sono stati altri due decessi
Articolo pubblicato il 14-10-2016 alle ore 17:27:39
«Non si può morire sul posto di lavoro» 3
Franco Rosetta è morto mentre stava lavorando

Dopo la morte del caporeparto della Sasil, si è tornato a discutere dei decessi sul posto di lavoro. Questo il messaggio rilasciato dai sindacati: «Le segreterie di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil, unitamente a Cgil, Cisl e Uil di Biella partecipano commosse al dolore della famiglia di Franco Rosetta deceduto alla Sasil di Brusnengo e sono vicine a tutti i lavoratori della Sasil e ai soccorritori coinvolti durante lo svolgimento degli accertamenti».

Sul grave incidente è stata aperta un’inchiesta per stabilire cause e responsabilità. Le rappresentanze sindacali di categoria insieme a Cgil, Cisl e Uil rimarcano che di lavoro si continua a morire. «I dati sugli infortuni mortali sono allarmanti nonostante il calo di ore lavorate dato dal perdurare della crisi. Nella nostra regione, oltre all’infortunio mortale che ha colpito il Biellese, nella stessa settimana vi sono stati altri due lavoratori morti nel settore delle costruzioni».

E aggiungono: «Per queste ragioni vanno rese ancor più stringenti ed esigibili, non solo le norme che sottendono alla materia della Sicurezza nei luoghi di lavoro e la formazione/informazione dei lavoratori, ma si rende necessario anche un grande investimento in personale medico e tecnico per rafforzare gli organi preposti alla prevenzione e al controllo della sicurezza nei luoghi di lavoro».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...