Notizia Oggi

Stampa Home

Nonna Giulia ha tagliato il traguardo dei 101 anni

Quarta di otto figli, di origini venete, si trasferisce in Piemonte a 11 anni
Articolo pubblicato il 02-07-2016 alle ore 18:30:55
Nonna Giulia ha tagliato il traguardo dei 101 anni 2
Un momento della festa a nonna Giulia

Festa alla casa di riposo Infermeria San Carlo di Masserano in onore della decana della struttura, Giulia Fornasier, arzilla “ragazza” di 101 anni.

Nata a Monastier il 20 giugno 1915, Giulia era la quarta di otto figli (sei femmine e due maschi). Quando era bambina, la sua famiglia si trasferisce in Piemonte e all'età di 11 anni, con le sorelle, entra nel convitto Rivetti, di Biella, dove rimane per circa 8 anni. Lì conosce una famiglia facoltosa di Milano, che la porta con sé nel capoluogo lombardo come dama di compagnia.

A Milano conosce Luigi Costenaro, impiegato alla Fiat, con cui si sposa nel 1936 dai cui nel 1938, ha una figlia, Anna. Giulia si prende cura della famiglia e ama andare a teatro. I coniugi rimarranno a Milano fino al 1977, si trasferiscono poi a Masserano, dove abitano le sorelle di lei, Albina, Teresa ed Elisa. La figlia Anna rimane a Milano, dove nel frattempo si è sposata. Dopo la morte di Luigi, Giulia rimane sola e un paio di anni fa decide di seguire la sorella Teresa (97 anni), già ospite dell'Infermeria San Carlo.

Ancora vispa e attiva, Giulia Fornasier trascorre il suo tempo chiacchierando con le amiche e le sorelle, partecipa ancora alle gite e alle uscite organizzate, e segue le notizie dei giornali (in particolare quelle della sua amata Inter) e alla Tv con i telegiornali del mattino e della sera.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...