Notizia Oggi

Stampa Home

Notte di follia a Scopello: rubano il pane e lo buttano nel parcheggio

Nelle prime ore di sabato
Articolo pubblicato il 29-08-2016 alle ore 08:22:13
Notte di follia a Scopello: rubano il pane e lo buttano nel parcheggio 2
Vandali in azione a Scopello

Rubano il pane da un negozio e lo lanciano nel parcheggio delle funivie e per le strade del paese. E’ sabato sera a Scopello. E il giorno dopo, cioè ieri, in tanti si sono accorti di quanto successo denunciando tutto anche sui social. E’ lo stesso sindaco Andrea Gilardi a commentare: «Prima hanno rubato casse di pane a un negozio di Scopello spargendo poi le pagnotte per vie e piazze, frantumando bottiglie e completando l’opera con danni di varia natura». E con ironia aggiunge: «Sicuramente si tratta di bravi ragazzi che sono a disagio e soffrono a causa della società sbagliata dura e difficile che non dà loro le giuste opportunità». 

Dunque, una notte brava, quella di sabato a Scopello. In questo periodo dell'anno il centro valsesiano è pieno di turisti che abitano le seconde case. Ieri l'altro qualcuno si è divertito a creare un po’ di disordine per il paese prendendo di mira un negozio di alimentari a cui hanno rubato il pane pronto per essere venduto la giornata successiva ai turisti. Il “raid” deve essere avvenuto alle prime ore dell’alba. Un danno economico importante, quindi, per l’esercizio commerciale. Ma i ladri non si sono accontentati e hanno poi deciso pure di vestire i panni dei vandali seminando le pagnotte per le vie del centro e gettandole anche nel parcheggio delle funivie. «Brutto gesto - commenta il sindaco Andrea Gilardi -. Una cosa è la ragazzata, che tutti abbiamo fatto nella vita. Quello che manca è il rispetto delle regole e della morale. Dispiace sempre vedere cose del genere». 

E su Facebook residenti e turisti si scatenano. Sembra che non sia l’unico episodio registrato in questo periodo estivo in paese; qualcuno riferisce che al proprio figlio è stato rubato pure un monopattino. C’è chi chiede l’intervento dei genitori, con molta probabilità gli autori del gesto del fine settimana sono giovanissimi. E infine c’è chi arriva alla conclusione che ormai non ci sono più i genitori di una volta e non è solo questione di educazione.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...