Notizia Oggi

Stampa Home
A decretarlo Legambiente nel report Pendolaria

Novara-Varallo, tra le dieci linee ferroviarie peggiori d'Italia

Un eventuale rilancio del servizio solo dopo il 2017
Articolo pubblicato il 17-12-2015 alle ore 15:09:27
Novara-Varallo, tra le dieci linee ferroviarie peggiori d'Italia 3
Immagine di repertorio

La Novara-Varallo tra le linee ferroviarie peggiori d’Italia. È quanto emerge dal Rapporto Pendolaria 2015 che Legambiente presenterà a gennaio. Le anticipazioni tracciano un quadro sconfortante: treni vecchi, lenti, su linee che vedono troppo spesso tagli e accumulano ritardi. Rispetto al 2009 le risorse da parte dello Stato per il trasporto pubblico su ferro e su gomma sono infatti diminuite del 25% e le Regioni, cui sono state trasferite nel 2001 le competenze sui treni pendolari, non hanno investito né in termini di risorse né di attenzioni per recuperare la situazione. La conseguenza è che in molte Regioni sono stati tagliati collegamenti e sono aumentate le tariffe. Come nel caso del Piemonte, dove tra il 2010 e il 2015 si è registrato da un lato un aumento del costo dei biglietti  (+47,3%) e dall'altro l'insoddisfazione dei circa 33 mila pendolari penalizzati dalla soppressione di 14 linee. Tra queste, si legge sul report di Legambiente, la Novara-Varallo:

"La Novara-Varallo dal settembre 2014 ha visto la soppressione del servizio passeggeri. Si tratta di 55 km frequentati fino a quel momento da poco più di 1.000 pendolari al giorno, numeri bassi ma che vedevano un costante aumento nel corso degli ultimi anni. Nonostante l'aumento dell'affluenza della linea i dibattiti sulla chiusura si sono riaccesi dal 2012 quando la Regione Piemonte prevedeva la chiusura del servizio su 14 linee (ritenute a bassa frequentazione o "rami secchi"). Da quel momento fu pensato addirittura un rilancio della linea, vista la non chiusura e l’avvio di un progetto di sperimentazione su 2 linee, tra cui appunto la Novara-Varallo, che prevedeva la soppressione di tutte le autolinee parallele al treno, per aumentare il flusso di passeggeri. Ma a causa del venir meno dell'effetto rete proprio per la sospensione delle altre 12 linee, il traffico subì una lieve flessione. Quindi a fine 2013 viene sì scongiurata la chiusura ma con il taglio di tutte le corse di morbida e il mantenimento di sole 8 corse pendolari, per poi arrivare un anno dopo alla definitiva sospensione del servizio. La speranza dei pendolari dell’area è che con l’inserimento della linea nel capitolato di gara d’appalto nel lotto del quadrante nord-orientale del Piemonte si veda una riapertura ed un rilancio del servizio, anche se questo potrà accadere solo dopo il 2017 (quando il vigente contratto di servizio scadrà)".

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...