Notizia Oggi

Stampa Home

Nove posti a rischio alla ''Franchi'' di Borgosesia

Nel salumificio sono in scadenza i contratti di solidarietà
Articolo pubblicato il 17-12-2017 alle ore 11:44:33
Nove posti a rischio alla ''Franchi'' di Borgosesia 3
L’entrata del salumificio Franchi di Borgosesia

C’è preoccupazione al salumificio Franchi di Borgosesia, dove sono in corso le trattative per salvare posti di lavoro. Nell’azienda sono in scadenza i contratti di solidarietà per i 43 dipendenti; richiesti dagli inizi del 2017, gli ammortizzatori sociali termineranno il 9 gennaio. Però l’azienda avrebbe bisogno di altri mesi, da 12 a 18, per portare a termine il piano di rilancio avviato. Il problema è che, con le nuove normative, il salumificio non ha più diritto a “paracadute” occupazionali, se non quattro mesi di cassa integrazione ordinaria da gestire fino al 2021. Nell’incontro che si è tenuto qualche giorno fa tra sindacati e azienda, si è parlato di questo e delle possibili soluzioni per permettere al salumificio di proseguire quanto avviato senza grossi contraccolpi per l’organico. Attualmente si parla di esubero per nove dipendenti, sette operai e due impiegati, per i quali è stata già aperta la procedura di licenziamento.

«Negli anni precedenti Franchi ha utilizzato tutti gli ammortizzatori sociali a disposizione - spiega Enrico Pagnoni, segretario generale della Federazione lavoratori dell’agroindustria di Cgil Vercelli Valsesia -. Adesso purtroppo la riforma introdotta dal Jobs Act ha ridotto il margine di richiesta. L’azienda ha messo in atto un piano di rilancio commerciale, ma per realizzarlo i tempi sono più lunghi di quelli coperti dagli ammortizzatori sociali. Una possibile soluzione sarebbe accorciare l’orario di lavoro ricorrendo al part-time. Una condizione fattibile se la riduzione è di otto ore alla settimana, non certo se si passa da 40 a 28, 20 ore. Comunque su questo tema c’è una trattativa in corso». Azienda e sindacati torneranno infatti a riunirsi domani, lunedì 18, dicembre. Il piano di rilancio del salumificio Franchi prevede l’acquisizione di quote mercato estero, soprattutto in Germania e contratti con la grande distribuzione. «Da questo punto di vista l’azienda è realista e ottimista - conclude Pagnoni -. Pensiamo che effettivamente sia solo una questione di tempo per rimettersi in carreggiata».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...