Notizia Oggi

Stampa Home

Pietro Pesare, in un libro 40 anni di volontariato

Il ricavato al carcere
Articolo pubblicato il 26-06-2017 alle ore 09:00:05
Pietro Pesare
Pietro Pesare

Presentato a Novara il libro “Il sociale tra ideali e realtà... Quarant’anni di volontariato”, scritto dal grignaschese Pietro Pesare. «Il volume è il resoconto di un lungo vissuto nell’ambito del volontariato, in particolare dedito alla cultura e alla sensibilizzazione per la donazione di organi umani a scopo terapeutico - spiega l’autore -. Ricordo il ruolo straordinario che hanno avuto i vari primari e medici che hanno preso parte e collaborato con me alla realizzazione dei vari eventi. Si sottolineano gli impegni che hanno coinvolto sia il ruolo dell’informazione che quello delle attività artistico-culturali. Ma anche testimonianze proprie e di tanti collaboratori che ho saputo apprezzare nel corso della mia lunga esperienza, nella visione più totale dell’umana solidarietà».

La presentazione ha avuto luogo venerdì nell’aula magna dell’ospedale “Maggiore della carità” di Novara (ingresso in via Mazzini). Il libro è stato offerto gratuitamente a tutti i presenti; all’interno del volume ssono state segnalate le indicazioni per poter fare un’offerta: il ricavato è stato devoluto al progetto “Il loro diritto non deve conoscere sbarre”, promosso dalle associazioni “Amici della casa circondariale” e Soroptimist club di Novara. «Il mio obiettivo è di raccogliere fondi per dotare la tensostruttura del carcere realizzata negli anni scorsi di un impianto di riscaldamento - prosegue Pesare -. E’ uno spreco utilizzarla solo pochi mesi all’anno. La tensostruttura era costata 42 mila euro, realizzare l’impianto di riscaldamento ne costerà altri 12mila». Da parte sua il Soroptimist sta raccogliendo fondi per la realizzazione di un parco giochi per i figli dei detenuti.

La pubblicazione è stata presentata dal giornalista scientifico Ernesto Bodini alla presenza del dottor Mario Minola, Edoardo Zamponi, il giornalista Franco Tosca e Gianluigi Zacchi, in rappresentanza della fondazione Bpn.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...