Notizia Oggi

Stampa Home

Prato Sesia allunga gli orari per i videopoker: anche fino alle 2 di notte

C'è un nuovo regolamento
Articolo pubblicato il 04-05-2017 alle ore 18:30:32
Prato Sesia allunga gli orari per i videopoker: anche fino alle 2 di notte 3
Foto d'archivio

A Prato Sesia l'uso delle slot machine è sottoposto a un nuovo regolamento: in paese si potrà giocare fino a mezzanotte durante la settimana e fino alle 2 nel week end; precedentemente la chiusura era alle 23. Il totale delle ore di apertura passa dalle 9 di prima alle 12 su settimana e alle 14 il venerdì e il sabato. Mentre nel 2015 era stato deliberato un limite orario che andava dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 17 alle 23, ispirato in particolare alle decisioni già sancite dal Comune di Borgomanero, nell’ultimo consiglio comunale sono stati istituiti i nuovi orari, con apertura dalle 9 alle 12 e dalle 15 a mezzanotte durante la settimana, prolungabile fino alle 2 di notte al venerdì e al sabato.

A determinare la nuova disposizione è stato soprattutto l’orientamento del Consiglio di Stato, che in vari casi ha disposto la sospensione delle ordinanze emesse dai Comuni. Circa un anno fa, inoltre, si è pronunciata sul tema anche la Regione. «Gli orari delle attività di gioco lecito all’interno delle sale giochi e pubblici esercizi era stata regolata dal consiglio comunale con atto di indirizzo del 28 settembre 2015 – ricorda il sindaco Luca Manuelli – successivamente, è entrata in vigore la legge regionale 9 del 2 maggio 2016 con oggetto “norme per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo”. Il Consiglio di Stato ha sospeso le ordinanze di numerosi comuni con oggetto la disciplina degli orari delle sale gioco, tra i quali il Comune di Novara e quello di Torino».

A Prato, l’amministrazione si è confrontata con il gestore dell’unica sala giochi attualmente presente sul territorio comunale (altre macchinette sono all’interno di una tabaccheria) per cercare una soluzione: «Il gestore della sala giochi ha chiesto la revisione degli orari, considerato che non si sono mai registrati problemi di ordine pubblico o casi di ludopatie, viste le ordinanze del Consiglio di stato, evitando il sorgere di contenzioso». Non tutti consiglieri di Manuelli però sono d’accordo: Paolo Garampazzi si è infatti astenuto. Il consigliere infatti auspica un maggior impegno da parte dello Stato in materia di regolamentazione del gioco d’azzardo, affinchè non ricada tutto sui Comuni.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...