Notizia Oggi

Stampa Home

Pray, Paolo Chioso eletto ''cittadino dell'anno''

i quattro giorni di festa, che si sono conclusi lunedì, hanno coinvolto grandi e piccini con diverse attrazioni
Articolo pubblicato il 22-09-2017 alle ore 09:07:31
Pray, Paolo Chioso eletto ''cittadino dell'anno'' 1
Pray, Paolo Chioso eletto ''cittadino dell'anno'' 1
A Paolo Chioso il premio del “Prayese dell'anno”, riconoscimento che è stato proposto dalla Pro loco nell'ambito di "Pray in vetrina" e consegnato durante l’ultima serata della festa, lunedì al polivalente. Una scelta motivata dall'impegno di Chioso nel mondo del volontariato e nell'abito sociale. Da infatti ricordare il lavoro realizzato a favore delle popolazioni colpite dal terremoto, oltre all’impegno nell’Auser per gli anziani e delle persone bisognose.
 
«Il premio – spiega la presidente della Pro loco Rosetta Pagliazzo – è andato a Paolo proprio perché è il simbolo di tutte le associazioni, che lavorano per creare qualcosa di positivo per il paese e anche al di fuori».
Durante la serata sono stati dati altri riconoscimenti, un premio è andato a Michela Xausa e Massimo Artusi per il miglior addobbo, e alla panetteria Eredi Grandotti per la migliore vetrina».
 
I quattro giorni di festa, che si sono conclusi lunedì, hanno coinvolto grandi e piccini con diverse attrazioni e iniziative. In programma momenti dedicati alla musica, alla gastronomia, alla cultura, allo spettacolo, allo sport. Numerose le persone che hanno assaporato i piatti serviti nell'area del mercato coperto e che sono stati serviti dai giovani che si sono trasformati in camerieri. «La festa è andata bene nell'insieme – continua Pagliazzo –. Sempre bello il finale con i tradizionali fuochi d’artificio. Purtroppo, a causa del maltempo, nella serata di domenica abbiamo dovuto annullare il concerto degli “Ascolta”, la cover band dei Pooh. Non sono comunque mancati i gruppi che si sono esibiti durante la manifestazione e che hanno ricevuto i meritati applausi del pubblico. Abbiamo cercato di dare spazio a tutti proponendo diversi momenti di coinvolgimento».
 
Buona la partecipazione alla cicloturistica non competitiva di domenica, così come l'area dedicata ai bambini che è stata letteralmente presa d'assalto dai più piccoli, ci sono state poi le mostre, le bancarelle di hobbisti e delle associazioni, il fiume di persone che hanno passeggiato per la via principale del paese e il lavoro di tanti volontari e dei gruppi del paese.
  «E' davvero doveroso – conclude Pagliazzo – un ringraziamento ai volontari, alle associazioni e allo “zoccolo duro” della nostra Pro loco, che come sempre hanno lavorato per rendere speciale anche questa edizione. Tutti insieme siamo riusciti a fare un buon lavoro. Alla prossima».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...