Notizia Oggi

Stampa Home

Preside Tamburelli: chiude scuola di Pratrivero, non voglio perderne un'altra

Articolo pubblicato il 22-01-2018 alle ore 16:44:15
Preside Tamburelli: chiude scuola di Pratrivero, non voglio perderne un'altra
 4
Preside Tamburelli: chiude scuola di Pratrivero, non voglio perderne un'altra 4

Addio alla scuola primaria di Pratrivero: l’istituto chiuderà dal 2019, ma già da settembre 2018 non verrà attivata la classe prima. Si sposterà a Ronco. Salvo, invece, il plesso di Ponzone. A mettere un punto fermo dopo un frenetico e preoccupante rincorrersi di notizie è la dirigente scolastica Tiziana Tamburelli, che vuole chiarire la situazione e rassicurare insegnanti e genitori sul futuro delle scuole triveresi. «Dal 2019 - spiega - si andrà avanti con Ronco e Ponzone. Assolutamente non ci sarà alcun plesso unico a Ronco». Accorpare tutto avrebbe voluto dire anche meno posti di lavoro per insegnanti e personale scolastico. L’invito ai genitori è quindi quello di iscrivere i bambini a Ronco e Ponzone in modo ponderato.

Come detto dopo aver valutato le varie opzioni si è arrivati a un punto. «A partire dall’anno scolastico 2019-2020 si chiuderà la primaria di Pratrivero - sottolinea Tamburelli -. E da settembre 2018 la classe prima avendo appena sei iscritti non sarà attivata: questo per evitare le pluriclassi. Dal 2019 invece tutte le classi rimaste verranno trasferite a Ronco».

Del resto, il problema dei pochi iscritti è noto da tempo: «Sono anni che si parla di razionalizzare, la mancanza di un piano preciso ha creato apprensione nel territorio, ma anche una sorta di competizione tra le insegnanti, generando dissapori. A loro voglio lanciare un appello: siamo una squadra che deve lavorare insieme e in sintonia soprattutto in questo momento di trasformazione».

Pratrivero già anni fa era stata a rischio, per un anno era saltata la classe prima salvo poi riaprire le iscrizioni l’anno successivo. Ma con i numeri di bambini che ci sono tenere tre plessi scolastici a Trivero è impossibile.

E la dirigente scolastica vuole anche tranquillizzare i genitori sul futuro di Ponzone. «E’ vero che c’è un decremento delle nascite - osserva -. Ma avendo una ventina di nati nei prossimi anni, il mio invito ai genitori è di iscrivere i propri figli in modo ponderato sia a Ronco che a Ponzone. Abbiamo perso un plesso che è Pratrivero, e non voglio assolutamente perderne un altro. Quindi a Ponzone le iscrizioni sono aperte e si cercherà anche di migliorare il progetto educativo. Dico ai genitori di fidarsi dell’istituto comprensivo, non ci saranno ulteriori stravolgimenti». I venti futuri “primini” dovrebbero essere iscritti in modo ponderato suddividendoli tra Ronco e Ponzone, in modo da evitare di concentrare tutto a Ronco, come era stato ipotizzato in una delle riunioni. Portare venti studenti in un unico plesso avrebbe come unico risultato la perdita di posti di lavoro. «Si farebbe una classe sola - osserva Tamburelli - e questo vorrebbe dire meno insegnanti e maggiori problemi di gestione degli alunni».

La dirigente garantisce per Ponzone: «Adesso abbiamo undici iscritti, cercheremo di investire anche nell’offerta formativa per rendere il plesso più appetibile. Dobbiamo ricucire i rapporti, ripartire insieme per difendere le scuole del territorio. Ho visto i genitori allarmati durante l’ultimo incontro e li posso capire, ma adesso si è giunti a una decisione e non si torna indietro. Dobbiamo ripartire da qui per lavorare insieme garantendo il futuro alle nostre scuole e una offerta formativa adeguata ai bambini».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...