Notizia Oggi

Stampa Home

Presidio davanti all'ospedale di Borgosesia

Sostegno di Cgil, Cisl e Uil
Articolo pubblicato il 09-06-2017 alle ore 15:57:31
Presidio davanti all'ospedale di Borgosesia 2
L'ospedale di Borgosesia

Le rappresentanze sindacali dell'Asl di Vercelli organizzano per mercoledì 21 due presidi, uno davanti all'ospedale di Borgosesia, l'altro al Sant'Andrea di Vercelli. Le Rsu sono appoggiate da Cgil, Cisl e Uil, che lamentano i problemi che gravano attorno all'Asl vercellese a un anno dalla sua riorganizzazione. 

«Ottanta posti letto in meno e professionisti sanitari  deficitari in rapporto  all’aumento esponenziale dei carichi di lavoro subito da ogni operatore - dicono le tre siglie sindacali - . La situazione è insostenibile:  hanno chiuso importanti reparti come  Oncologia, cure intermedie,  Reumatologia, D.O.M,  di recente il reparto per malati terminali (A.M.A.P) e il Country Hospital di Varallo. Non è mai stata ufficializzata l’apertura del servizio semi-intensivo del DEA e il Pronto Soccorso è in una situazione di stallo.

Non vengono sfruttati i laboratori con alte potenzialità tecnologiche, dove il personale è ridotto al minimo. Il reparto di Pediatria non ha adeguato il personale infermieristico. I CAVS sono diventati posti letto per malati acuti anziché per pazienti stabilizzati. Gravi problemi per l’assistenza ai malati oncologici e dializzati. Anche gli uffici amministrativi risultano privi di personale numericamente adeguato   con lunghe  code agli sportelli.

In sintesi, la riorganizzazione dell’ASL ha portato ad avere 80 posti letto in meno e la perdita di bravi professionisti sanitari, ma di contro ha comportato un aumento esponenziale dei carichi di lavoro e gli operatori  arrivano anche ad avere turni di 12 ore e giorni di ferie non godute degli anni precedenti».

 

 

Cronaca

Politica

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...