Notizia Oggi

Stampa Home

Pretende soldi affinché il video hard non venga pubblicato

Sempre più diffusa la pratica del sexting
Articolo pubblicato il 28-08-2016 alle ore 12:28:24
Vuole soldi affinché il video hard non venga pubblicato  2
Foto d'archivio

Vuoi che il tuo video hard non venga pubblicato? Allora devi pagarmi. Per una simile proposta un novarese è stato denuciato dai carabinieri. E questo è solo l'ultimo di casi analoghi che i militari del Comando provinciale hanno dovuto affrontare di recente. Sono infatti molteplici le segnalazioni giunte in caserma con oggetto l'uso della rete internet per il sexting, ossia la pratica di invio, tramite cellulare e altri mezzi, di video e foto dall'esplicito contenuto sessuale. Si tratta di messaggi personali e intimi che vegono scambiati tra partner. Ma non solo, perchè talvolta, come accaduto a Novara, l'interlocutore occasionale si rivela essere un ricattatore fatto e finito, che in cambio della mancata diffusione e pubblicazione in rete del video pretende soldi. Eventuali consigli possono essere consultati al sito dell’Arma dei carabinieri:  http://www.carabinieri.it/cittadino/consigli/tematici/internet.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti
  1. Perde la vita dopo lo schianto...

    Perde la vita dopo lo schianto... (letto 1 volte)

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...