Notizia Oggi

Stampa Home
Il Comune di Pray capofila per un maxi-intervento contro le esondazioni

Progetto da 6,4 milioni per rendere sicuro tutto il Sessera

Si prevede anche di fare un'arcata nuova ai ponti di Pianceri e del Rondò
Articolo pubblicato il 22-12-2015 alle ore 17:02:32
Progetto da 6,4 milioni per rendere sicuro tutto il Sessera 3
Lavori di messa in sicurezza

Un progetto da 6,4 milioni di euro per mettere al sicuro tutta l'asta del torrente Sessera da Coggiola a Borgosesia. A fare da capofila all'impresa è l'amministrazione comunale di Pray, che guida una cordata composta dai Comuni di Coggiola, Crevacuore e Borgosesia,  non escludendo a progetto definito  anche il coinvolgimento dei Comuni di Serravalle e di Guardabosone per lavori nei territori di competenza.

Dove si prenderanno i soldi? Si parteciperà al progetto "Sistema Rendis"della Regione Piemonte, al fine accedere ad un finanziamento finalizzato alla messa in sicurezza del torrente Sessera contro il rischio alluvione e dissesto idrogeologico. Qualora i soldi dovessero essere davvero messi a disposizione, si prevede un maxi-intervento nel tratto previsto tra il territorio di Coggiola e la confluenza con il fiume Sesia nei territori di Borgosesia e Serravalle.

La progettazione preliminare è già stata affidata con procedura d’urgenza a due studi tecnici già esperti del settore e già con esperienza di lavori precedenti nell’alveo del torrente Sessera. Questo ha consentito di individuare quali fossero gli interventi a cui dare la priorità. Tra gli interventi più significativi: la realizzazione di una nuova arcata dei ponti di Pray Pianceri e Borgosesia, il rifacimento di vari tratti di argine, oltre prevedere anche la rimodulazione in alveo del materiale inerte depositato in anni di piene .

La spesa preventivata per la realizzazione del progetto si stima appunto in 6.410.000 euro comprese spese di progettazione e Iva.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...