Notizia Oggi

Stampa Home

Quasi finiti i marciapiedi di viale Varallo

Per i pedoni diretti verso Rozzo e Caneto
Articolo pubblicato il 22-03-2016 alle ore 19:04:07
Quasi finiti i marciapiedi di viale Varallo 2
I marciapiedi di viale Varallo

Sta arrivando a completamento la costruzione del marciapiede in uscita da viale Varallo. Resta da realizzare un piccolo tratto e l’intero camminamento assicurerà il collegamento dal Centro sportivo Milanaccio sino a Villa San Giovanni. E sono molti i pedoni che stanno già usufruendo dello spazio loro riservato.

Il marciapiede era totalmente assente nel tratto conclusivo di viale Varallo, nonostante ci fosse un certo passaggio, a lato di una strada parecchio trafficata. Il percorso pedonale si estende per tutta la lunghezza del rettilineo verso Villa San Giovanni, sul lato di destra uscendo dalla città. «Il marciapiede garantisce maggiore sicurezza ai pedoni - evidenzia l’assessore ai lavori pubblici Marco Antoniotti -, e serve ai pedoni e ai tanti sportivi che percorrono il tratto alto di viale Varallo facendo il giro delle frazioni attraverso Caneto e Rozzo e tornando verso il centro, e pure ai ciclisti».

La ditta incaricata dei lavori in viale Varallo sta anche effettuando l’asfaltatura della stradina che sale alla vecchia stazione ferroviaria di Villa San Giovanni per renderla parte integrante del collegamento ciclabile e pedonale fra la sponda destra del Sesia e la zona di Vanzone, Rozzo e Caneto.

Ci sarà un successivo passaggio: «Manca ancora il tratto di marciapiede all’altezza del ponticello fra Villa San Giovanni e il bivio per Vanzone - anticipa Antoniotti -. Stiamo studiando come intervenire e valutando i costi».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...