Notizia Oggi

Stampa Home

Quattro generazioni a festeggiare nonna Marì Grandis

Ha lavorato come sarta
Articolo pubblicato il 31-07-2016 alle ore 09:22:44
Quattro generazioni a festeggiare nonna Marì Grandis 2
La festa per Marì Grandis

La frazione Calco di Borgosesia in festa per i 102 anni di Marì Grandis. Lunedì, giorno del suo compleanno, la donna ha spento simbolicamente le candeline durante la festa che è stata organizzata nella sua abitazione. A farle gli auguri sono arrivati in molti: oltre ad alcuni abitanti di Calco, c’erano anche gli alpini, il parroco don Giovanni Bossi e l’assessore del Comune di Borgosesia Marco Antoniotti. Non mancavano ovviamente i suoi familiari: c’era anche il bis-nipote Matteo di due anni, di ben quattro generazioni più giovane della decana. Su quale sia il trucco per superare il secolo di vita Grandis non ha alcun dubbio: «Ho lavorato sempre molto, mi sono presa a cuore i miei familiari, cosa che faccio tutt’oggi – ha spiegato -, e ho sempre mangiato bene senza mai rinunciare a nulla. Però devo ammettere che sono anche stata fortunata: la salute non mi ha mai giocato brutti scherzi...»


Nonna Marì è nata il 25 luglio del 1914 nella Svizzera francese: fuori dall'Italia poichè in quel periodo la sua famiglia si era trasferita all'estero per ragioni di lavoro. Ancora bambina, all'età di sei anni, è poi arrivata in Italia, subito in località Calco di Borgosesia. E dalla frazione non si è mai più spostata.


Dopo la morte dei genitori, non essendosi mai sposata, la donna ha continuato a vivere nella casa della famiglia insieme al fratello Zaverio, di pochi anni più giovane. E ancora oggi, seppur entrambi siano molto anziani, vivono da soli in buona autonomia: «Le abbiamo proposto di prendere una badante in casa per poterla sollevare dagli impegni casalinghi e per garantirle più sicurezza – spiega un nipote – ma lei ci ha detto assolutamente di no perché altrimenti “dovrebbe badare anche a un’altra persona”. Siamo riusciti a convincerla almeno a farsi aiutare da una donna nello svolgere i mestieri più pesanti in casa, ma soltanto un giorno a settimana».


Per decenni Marì Grandis ha lavorato come sarta sia per i frazionisti che per tutti coloro che erano interessati alle sue opere: aveva iniziato quasi per caso a quindici anni e quel lavoro l'ha portato avanti fino quasi a settant'anni. Oltre al lavoro di sarta la centenaria si è sempre occupata di Calco: in particolare si è impegnata nella manutenzione della chiesetta di San Grato, posta all'entrata della nostra piccola frazione borgosesiana.


Nonostante i 102 anni, come spiegano i familiari, non rinuncia a nulla. Anzi: «Ogni settimana mi prepara la lista della spesa – conclude il nipote -: almeno mezzo chilo di toma, e l’affettato deve superare l’etto perché altrimenti dice che troverebbe solo la carta, e poi la carne, il latte e molto altro. L’unico neo è per la verdura, non ne è proprio golosa».
E le sue condizioni fisiche sono ancora molto buone: basti dire che più volte al giorno sale e scende la scala a chiocciola che unisce il primo piano con il secondo della sua casa.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...