Notizia Oggi

Stampa Home
salvata dalla polfer

Resta mezz'ora prigioniera nel treno senza macchinista

Articolo pubblicato il 03-04-2016 alle ore 08:04:00
Resta mezz'ora prigioniera nel treno senza macchinista 2
Foto d'archivio

Una giornalista resta per mezz'ora "prigioniera" del treno a Novara. Era salita sul convoglio a Vercelli pensando che fosse il regionale per Milano, invece era quello che si ferma a Novara. Arrivato alla stazione di Novara il treno si ferma e i passeggeri scendono. Lei non si accorge di essere l'unica rimasta, anche perché gli altoparlanti non avevano annunciato la fine della corsa.

Così le porte del vagone si chiudono e il treno, anziché dirigersi verso Milano come si aspettava, comincia a far manovre in stazione, dopo di che il conducende scende, le luci si spengono e lei non riesce a farsi sentire.  Comincia a percorrere tutte le carrozze sperando di trovare una porta aperta, e invece trova solo un altro passeggero prigioniero pure lui... Alla fine riescono a contattare la polizia ferroviaria che li tira fuori. E' accaduto ieri.

 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...