Notizia Oggi

Stampa Home

Rimborsopoli, chiesta la condanna per tutti gli ex consiglieri regionali a processo

Agli imputati sono contestati rimborsi di decine di migliaia di euro
Articolo pubblicato il 05-04-2016 alle ore 21:30:08
Rimborsopoli, chiesta la condanna per tutti gli ex consiglieri regionali a processo 2
Foto d'archivio di un consiglio regionale

La pubblica accusa ha chiesto la condanna di tutti e 25 gli imputati coinvolti nel processo "Rimborsopoli".  Ai consiglieri regionali del Piemonte, di ogni colore politico, erano stati contestati i rimborsi per spese "pazze" e che esulavano dai compiti istituzionali.

Le pene richieste variano da uno all'altro, arrivando a un massimo di quattro anno e quattro mesi per l'ex leader dei "Pensionati per Cota" Michele Giovine (accusato di aver speso indebitamente denaro pubblico per 144mila euro).

Per quanto riguarda i consiglieri vercellesi, la pena richiesta dai pubblici ministeri è di due anni e quattro mesi per Paolo Tiramani (molto modesta la cifra contestata) e Alberto Cortopassi (50mila euro la somma che viene contestata a quest'ultimo), mentre Luca Pedrale aveva già patteggiato una pena di poco inferiore ai due anni. Coinvolto anche il biellese Lorenzo Leardi (anche per lui due anni e mezzo di pena richiesta), e i novaresi Massimo Giordano (due anno e nove mesi), Roberto De Magistris e Girolamo La Rocca (due anni e quattro mesi). 

Anche per il presidente Roberto Cota la richiesta è di due anni e quattro mesi. La sentenza è attesa per la fine dell'anno.

 

 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...