Notizia Oggi

Stampa Home

Risarcimento di 700mila euro per i figli della vittima dell'esplosione

Il tribunale civile di Vercelli ha condannato la Pro loco del paese e il venditore della bombola
Articolo pubblicato il 31-01-2018 alle ore 18:15:43
Risarcimento di 700mila euro per i figli della vittima dell'esplosione 2
Foto d'archivio

Riceveranno circa 700mila euro. È la somma di denaro che spetta agli eredi di Giancarla Govoni, una delle vittime della terribile esplosione che nel giugno di otto anni fa uccise cinque volontari della Pro loco di San Germano. Tutti stavano lavorando nella cucina allestita per la sagra del paese. Il tribunale civile di Vercelli ha condannato la Pro loco del paese ed Enrico Pizzo, che aveva venduto le bombole di gpl usate, a risarcire i figli della donna con 691mila 970 euro. Per uno dei figli il risarcimento ammonta a 200mila euro, per gli altri di 163mila ciascuno. Il Comune di San Germano non deve invece risarcire nulla. Per quel maledetto fatto dell'estate 2010, oltre a Giancarla Govoni, morirono Maria Luisa Piccoli, Rosangela Rosso e i coniugi Lina Bazzano e Tiziano Bertoncello.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...