Notizia Oggi

Stampa Home
Cronaca

Romagnano femminile in lutto per ''Titti'' Mazzei

Aveva giocato fino al 2014
Articolo pubblicato il 22-12-2017 alle ore 10:03:44
Tiziana Mazzei
Tiziana Mazzei

Si è arresa alla sua partita più difficile. Il mondo del calcio femminile ha dato l’addio a Tiziana Mazzei, 36 anni. La sua ultima partita con la casacca del Romagnano risale al marzo 2014, ma Tiziana Mazzei è rimasta nel cuore delle sue compagne. Molte delle ragazze che oggi formano la prima squadra quando lei giocava ancora erano le giovani che si affacciavano per la prima volta al campionato dell'allora serie C.
Tiziana Mazzei è morta ad appena 36 anni a causa di una malattia contro cui lottava da tempo. Le sue condizioni sono precipitate nell'ultimo periodo e per lei non c'è stato più nulla da fare. «Ha giocato con noi almeno otto stagioni - ricorda il presidente Gaetano Simone -. Poi si era ritirata nel 2014, ma era sempre legata al gruppo delle ragazze». E l'altro giorno è arrivata la terribile notizia. Originaria di Scalea, in Calabria, abitava a Cossato con la famiglia. La sua passione più grande era il calcio, aveva iniziato da giovanissima e si era avvicinata da subito nel Romagnano femminile, una realtà importante in zona per le ragazze che vogliono giocare a calcio. Era diventata un elemento importante all’interno dello scacchiere di mister De Caroli.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...