Notizia Oggi

Stampa Home

Romagnano, ladri di borsette in agguato davanti all'asilo nido

I malviventi hanno colpito spaccando il finestro delle auto
Articolo pubblicato il 09-03-2016 alle ore 08:05:19
Romagnano, ladri di borsette in agguato davanti all'asilo nido 3
Foto d'archivio

«Siamo stufe di essere nel mirino dei ladri: davanti all’asilo ci vorrebbero delle telecamere. Oppure più sorveglianza». Dopo l’ennesimo furto, la scorsa settimana, le mamme e le nonne dei bambini che frequentano l’asilo nido di Romagnano sono sul piede di guerra. E chiedono misure che scoraggino i malviventi, dagli occhi elettronici, alla presenza durante l’entrata e l’uscita dei bimbi di nonni-vigile.

L’ultimo furto è stato portato a segno lunedì scorso, al termine delle lezioni, alle 17.15: una nonna aveva lasciato la borsetta sul sedile dell’auto mentre era scesa per prelevare il nipotino dall’asilo. I ladri, evidentemente appostati nella zona, hanno rotto il finestrino della macchina e hanno portato via la borsetta della donna. Nel portafogli fortunatamente c’era poco contante, però sono spariti cellulare, bancomat,  carta di credito e la patente. Tra i danni, oltre alla “rottura” di dover rifare tutti i documenti, c’è il costo del vetro dell’auto.

Stessa modalità circa un mese fa: mamma scesa per pochi minuti, finestrino dell’auto infranto, borsetta sparita. E così ora i parenti dei bambini sono preoccupati, non solo per i furti ma anche per l’eventualità che vicino alle scuole si possano aggirare personaggi poco raccomandabili. «Sarebbe opportuna una telecamera all’entrata delle scuole o la presenza dei vigili negli orari di entrata e di uscita dei bimbi» dicono alcune mamme romagnanesi.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...