Notizia Oggi

Stampa Home

Romagnano, per Alessandra sfuma di un soffio il sogno di Sanremo

Articolo pubblicato il 03-12-2017 alle ore 16:18:41
Romagnano, per Alessandra sfuma di un soffio il sogno di Sanremo 3
Romagnano, per Alessandra sfuma di un soffio il sogno di Sanremo 3

Festival di Sanremo “sfiorato” per Alessandra Ferrari. Nel fine settimana la giovane cantante di Romagnano era nella cittadina ligure per affrontare le selezioni finali che avrebbero aperto le porte dell’Ariston ai nuovi talenti ancora sconosciuti al grande pubblico. Dopo un percorso impegnativo di preparazione e di audizioni di fronte a giurie di professionisti, Alessandra non è riuscita a classificarsi abbastanza in alto per riuscire a essere selezionata. Il verdetto è stato proclamato lunedì mattina.

«Non sono passata e neppure gli altri ragazzi della tappa di Novara – racconta la giovane - Sono comunque contenta di essere arrivata fino alle selezioni finali. Essere al 145° posto su 2900 persone è comunque un risultato bellissimo».

Oltre a Ferrari anche altri tre novaresi hanno infatti tentato di salire sul palco dell'Ariston ma non sono riusciti a raggiungere la soglia di sbarramento. E ora, anche se l'esperienza sanremese si è conclusa, Ferrari inizia a pensare al futuro. «Certamente non mi fermerò qui: ho dei progetti in cantiere, uno dei quali è una live band che propone un repertorio basato sui successi della musica soul e funk - prosegue la romagnanese - E sicuramente ho voglia di studiare e mettermi in gioco come cantautrice e vedere cosa sono in grado di fare».

Alessandra Ferrari ha iniziato ad appassionarsi al canto intorno ai 18 anni, frequentando qualche coro della zona e seguendo corsi e seminari appena possibile. Nel 2011 ha iniziato a esibirsi dal vivo, fondando anche un proprio gruppo, i “Pink&Blues”, di cui è cantante solista fino al 2014. Intanto inizia anche a lavorare come cantante di piano bar nei villaggi turistici durante la stagione estiva 2015, e prosegue fino alla fine del 2016.

Lo scorso agosto decide di partecipare alle selezioni di Area Sanremo, visto che una delle tappe era in programma a Novara. Dopo la prima prova, accede alla seconda tappa a Milano portando il brano “Come foglie” di Malika Ayane. Lo stesso brano lo porta alle semifinali nazionali, mentre nel fine settimana si è proposta con un proprio brano, scritto con il musicista e cantante Luca Cameletti di Gattinara.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...