Notizia Oggi

Stampa Home

Romagnano, un'iniziativa per gli animali del terremoto

Fino al 31 gennaio
Articolo pubblicato il 29-01-2017 alle ore 18:13:04
Romagnano, un'iniziativa per gli animali del terremoto 2
Foto d'archivio

Non sono solo gli esseri umani le vittime di un terremoto. Ormai tutti i media sottolineano la strage, silenziosa ma non per questo meno drammatica, che sta avvenendo tra i piccoli amici dell’uomo. Cani e gatti scampati al disastro ma che ora non hanno più nessuno che si prenda cura di loro, che non hanno più un posto dove andare. Senza parlare poi della moria, è notizia di tutti i giorni, di pecore, mucche e animali rimasti senza ricovero in giorni in cui la colonnina di mercurio scende di molti gradi sotto lo zero. Una situazione di cui poco si parla, ma che un Paese civile deve affrontare. 

Per dare una mano ai piccoli animali da compagnia nei giorni scorsi a Romagnano è partita una raccolta di cibo, medicine e coperte per cani e gatti. Due volontarie si sono rimboccate le maniche e hanno deciso di fare qualcosa. Lara Gaboli e Laura Fiori hanno lanciato un sos per i “quattrozampe” su Facebook, messaggio che è letteralmente rimbalzato ovunque sul web e su whatsapp. La raccolta riguarda coperte, cibo, medicine e materiale vario; il tutto verrà portato nelle zone terremotate in aiuto dei “pelosi” in difficoltà.
La raccolta è aperta fino al 31 gennaio. Penseranno le stesse organizzatrici a portare il materiale direttamente sui luoghi del disastro, una garanzia del fatto che gli aiuti arriveranno nel posto giusto. Sono anche possibili donazioni in denaro, che verrà utilizzato, prima di scendere, per acquistare medicine, cibo e coperte. Anche solo una scatoletta di cibo o un pacchetto di crocchette è importante. Chi volesse contribuire può portare gli aiuti (previa telefonata) a Romagnano, da Gomena Tour in piazza Libertà 18 o al Laboratorio Interni di via Novara 341. E’ possibile recapitare il materiale anche a Carpignano. Borgosesia e Sillavengo.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...