Notizia Oggi

Stampa Home

Romagnano, il campione Amine fa lezione di tennis-tavolo agli studenti

Lo sportivo ha raccontato la sua esperienza
Articolo pubblicato il 29-05-2017 alle ore 13:08:50
Romagnano, il campione Amine fa lezione di tennis-tavolo agli studenti 1
Romagnano, il campione Amine fa lezione di tennis-tavolo agli studenti 1

Amine Kalem di tennistavolo, ospite alle scuole medie di Romagnano. La medaglia di bronzo alle Paralimpiadi di Rio 2016 è in forza alla società sportiva del T.T. Romagnano, squadra neo-promossa in serie A2.

L’incontro è stato organizzato nei giorni scorsi a conclusione del laboratorio di tennistavolo, una delle attività offerte dalla scuola che ogni anno riscuote un altissimo numero di adesioni. Il laboratorio è tenuto dall’insegnante di lettere Elisabetta Loaldi, già vincitrice di diversi titoli italiani di categoria nel medesimo sport.

Accompagnato dall’assessore allo Sport, nonché presidente del T.T. Romagnano, Gianmario Paracchini, l’atleta, di origini tunisine, naturalizzato italiano, ha in un primo momento conversato in aula magna con gli alunni delle classi terze ai quali ha raccontato la sua esperienza di vita e di sport. L’attività sportiva, ha spiegato, è come una palestra di vita, come uno strumento educativo che insegna a non scoraggiarsi, a reagire alle difficoltà, a superare barriere e ostacoli.

Gli allievi si sono poi emozionati davanti al video che immortalava la sua impresa paralimpica e quando hanno tenuto tra le mani la medaglia, sogno di ogni sportivo, che Amine ha generosamente “affidato” ai ragazzi per tutta la mattinata.

Successivamente si è svolta una dimostrazione in palestra, la stessa in cui si allena l’atleta romagnanese. Gli allievi di tutte le classi hanno potuto impugnare la racchetta e cimentarsi con il campione che, con grande disponibilità e simpatia, ha elargito sorrisi e piccoli consigli tecnici e soprattutto ha lasciato ai giovani uno splendido esempio.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...