Notizia Oggi

Stampa Home
Evento

Sabato le frecce tricolori volano nel cielo di Arona

Sabato pomeriggio l'esibizione
Articolo pubblicato il 30-06-2016 alle ore 13:01:00
Sabato le frecce tricolori volano nel cielo di Arona 3
Sabato le frecce tricolori volano nel cielo di Arona

Conto alla rovescia per le Frecce tricolori che sabato si esibiranno sul lago Maggiore. Per l'occasione sono attesi non meno di 100mila visitatori, un numero che ha imposto importanti misure di sicurezza e un piano viabilità mirato: previste corse supplementari della Navigazione laghi, incrementi i convogli di Trenord da Milano e da Domodossola. Sono circa 5 mila i parcheggi in città, ne sono stati aggiunti altri 2500 da privati e più di 1000 saranno disponibili da Oleggio Castello (area Pro Oleggio Castello) con collegamenti tramite navette. Individuati anche i parcheggi riservati e le aree di sosta per mezzi speciali come moto, biciclette, autobus e camper. 

Venticinque minuti il volo delle Frecce tricolore, dalle 15,30 alle 16,  ma le esibizioni inizieranno già alle 14 con Eam P3 Flyers, la pattuglia civile svizzera con cinque aerei P3. Seguiranno gli anfibi dell’Aeroclub Como che ammareranno davanti ad Arona. Poi un elicottero HH139A con dimostrazione elisoccorso, il team Blue Voltige con motoalianti Fournier con piloti veneti e infine Zlin 52, aereo acrobatico guidato dal pilota Guido Racioppoli famoso per i suoi giri della morte. Lo show sarà visibile da tutto il lungolago e dalla Rocca Borromea e commentato in diretta grazie alla filodiffusione presidsposta sul lungolago e in rocca.

Tanti anche gli eventi collaterali: alle 18 concerto della Fanfara dell’Aeronautica, attrazioni ed eventi sul lungolago di Nassiriya con stand di diversi Aereoclub, spazi relax e giochi per bambini. Volandia posizionerà un aereo a grandezza naturale di fronte ai giardini pubblici e le Poste attiveranno sabato un servizio di annullo filatelico dalle 10 alle 16; mentre alle 22 per la prima volta si accenderanno le luci alla Rocca Borromea. 

 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...