Notizia Oggi

Stampa Home

Salvi i 204 milioni per la superstrada della bassa Valsesia

Quella della Pedemontana è una storia infinita
Articolo pubblicato il 11-12-2017 alle ore 17:31:53
Salvi i 204 milioni per la superstrada della bassa Valsesia 3
La Pedemontana è salva

Anas ha ancora un anno di tempo per completare il progetto della Pedemontana. E così il finanziamento da 204 milioni, che avrebbe potuto saltare, è salvo. La proroga è stata annunciata nell’incontro che si è svolto nei giorni scorsi a palazzo Lascaris, sede della Regione Piemonte. Alla riunione erano presenti i rappresentanti di tutti gli enti coinvolti, Anas, a cui compete la progettazione, le Provincie di Vercelli, Novara e Biella e i Comuni sui quali passerà il tracciato. Per la Regione Piemonte era presente l’assessore alle opere pubbliche Francesco Balocco.

«L’incontro - afferma il sindaco di Gattinara Daniele Baglione - è servito a chiarire una volta per tutte, si spera, che l’opera si farà». Così come sono stati confermati gli svincoli a Roasio, all’altezza dell’incrocio con la provinciale 142, e a Gattinara, in zona Rado. Nella lunghissima vicenda della Pedemontana, lo scorso ottobre era emerso il problema della tempistica. Anas aveva annunciato, che, dati i tempi ristretti, non avrebbe fatto in tempo a depositare il progetto definitivo entro la fine dell’anno, come richiesto; del resto aveva ricevuto la conferma dei finanziamenti solo in primavera. Il rischio concreto era quindi di perdere i 204 milioni di euro di finanziamenti vincolati all’esecuzione dell’opera.

«Secondo il cronoprogramma - prosegue Baglione - la progettazione verrà ultimata nel 2018 e nel corso del 2019 dovrebbe essere indetta la gara per l’appalto. Abbiamo chiesto di utilizzare l’eventuale ribasso per le opere complementari sul territorio e nelle infrastrutture di collegamento, a Gattinara ad esempio per l’area industriale. Nel frattempo abbiamo preso l’impegno di incontrarci con regolarità per tenere monitorata la procedura. La Pedemontana è strategica per tutto il territorio, sia per dare una risposta al sistema industriale, Lavazza in primis, che a Gattinara ha recentemente investito due milioni di euro, e poi per smaltire il traffico della Torino-Milano, dirottandone parte sulla A26».

Il tracciato della Pedemontana partirà da Masserano, dove costituirà il prolungamento della superstrada proveniente da Biella per arrivare, attraverso un ponte sul Sesia, al casello dell’A26 di Romagnano. Sugli svincoli a Gattinara e, soprattutto, a Roasio, pare non vi siano più dubbi. Il tracciato è stato ridimensionato da autostrada a superstrada, bypassando quindi i problemi logistici che avrebbe comportato un casello autostradale a Roasio. Soddisfatti gli amministratori di quest’ultimo centro. «Lo svincolo di Roasio - conferma l’assessore Vincenzo Tribuzio, presente all’incontro della scorsa settimana - è fondamentale per la viabilità da e per la Valsessera, che in questo modo sarà collegata direttamente all’autostrada. I soldi ci sono tutti, 80 milioni provenienti dal decreto Sblocca Italia e altri 124 da fondi statali e regionali».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...