Notizia Oggi

Stampa Home
Cronaca

Sandro Delmastro in ripresa dopo l'ictus che l'aveva colpito

Una lettera dall'ospedale per rassicurare gli amici e gli avversari politici
Articolo pubblicato il 12-08-2016 alle ore 07:15:24
Sandro Delmastro
Sandro Delmastro

Dopo l'ictus che lo aveva colpito quasi due mesi fa Sandro Delmastro Dellevedove sta meglio, è ancora in ospedale ma ha ripreso conoscenza e ora ha deciso, con l'aiuto della figlia Francesca, di rispondere alle tante persone che in queste settimane hanno continuato a chiedere notizie di lui. Ecco di seguito la lettera inviata ai giornali.

«Ho ripreso conoscenza e soprattutto “sensibilità” dopo due lunghissimi mesi di sostanziale incapacità di gestire i miei rapporti col mondo esterno. Grazie alla possibilità di “utilizzare” il lavoro di mia figlia mi trovo oggi nella condizione di rivolgermi a tutti gli amici che mi hanno stupefatto per la grande generosità che hanno manifestato nei miei confronti. Ringrazio medici, infermieri e tutti coloro che hanno voluto manifestarmi solidarietà. Ad amici, conoscenti e, perché no, avversari, sin da ora, dico che, pur se ancora non in grado di gestire la mia corrispondenza, tuttavia sono lieto di poter rassicurare tutti circa il fatto che le mie idee restano quelle di sempre e che il mio primo messaggio rivolto ai biellesi è un vigoroso … “saluto romano” con il richiamo a 50 anni di storia personale sempre coerente, costante ed immutabile. Sono ancora ricoverato e ahimè il tempo della degenza mi dicono essere ancora lungo. Ma il pensiero “c’è”, è robusto, è convinto ed è deciso. Un saluto cordiale (e romano) a tutti: amici ed avversari.

Sandro Delmastro delle Vedove»

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...