Notizia Oggi

Stampa Home
Girio di vite sui finanziamenti, addio servizi gratis. Lo dice la Legge di stabilità

Saranno a pagamento le prestazioni dei patronati

I sindacati si ribellano e annunciano mobilitazoni
Articolo pubblicato il 02-12-2015 alle ore 12:25:09
Saranno a pagamento le prestazioni dei patronati 3
Foto d'archivio
I cittadini pagheranno le prestazioni e i servizi erogati dai patronati. Come se si fosse davanti al commercialista, o quasi. E' infatti allarme rosso per Acli, Inca, Inas e Ital, e di riflesso anche per tutti coloro che si rivolgevano a questi enti per prestazioni varie. il futuro che si prospetta è quello di forti tagli ai finanziamenti, il che significa che saranno i cittadini-utenti a farsi carico di spese che finora erano coperte dall'Inps. Per illustrare la situazione, gli stessi patronati e i sindacati Cgil, Cisl e Uil provinciali hanno indetto per domani una conferenza stampa alla Camera del lavoro di Vercelli.
 
Ma lo scenario è quello che si diceva: «Saranno i cittadini a pagare l'onere di quanto, finora, è stato fornito dai patronati in forma assolutamente gratuita e universale.  La Legge di stabilità  approvata di recente attacca nuovamente i patronati, riducendo per l'ennesima volta le risorse del Fondo e, la  stessa legge, dà per scontata una compartecipazione del cittadino alle spese per delle prestazioni che, fino a ieri, il patronato ha fornito gratuitamente».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...