Notizia Oggi

Stampa Home

Scappò dalla casa di riposo e morì, assolte le operatrici di una struttura del Vercellese

E' successo del Vercellese
Articolo pubblicato il 12-07-2016 alle ore 10:09:39
Scappò dalla casa di riposo e morì, assolte le operatrici della struttura del Vercellese 2
Foto d'archivio

Non hanno colpe le due operatrici socio-sanitarie della casa di riposo di Saluggia, da dove nel 2012 un'anziana ospite scappò per poi morire pochi giorni dopo nei campi poco distanti dalla struttura.

Lo ha deciso il giudice Maria Teresa Guaschino, che ha assolto oltre alle due operatrici anche l'amministratore della cooperativa che gestisce la casa di riposo. L'accusa era di omicidio colposo, per non avere srvegliato l'83enne, originaria del Torinese. 

L'anziana ospite aveva lasciato la struttura con indosso ancora le ciabatte, in una calda giornata di giugno; le ricerche erano partite subito, per trovare quella donna che oltretutto soffriva di amnesie. Ma erano state inutili: a trovare il corpo ormai senza vita in un campo di grano era stato pochi giorni dopo un agricoltore. Da qui l'indagine e il processo.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...