Notizia Oggi

Stampa Home

Sei milioni per sistemare tutto il Sessera: ci sono i soldi per partire

Articolo pubblicato il 27-11-2017 alle ore 09:45:33
Sei milioni per sistemare tutto il Sessera: ci sono i soldi per partire  3
Sei milioni per sistemare tutto il Sessera: ci sono i soldi per partire 3

Dal Ministero dell’Ambiente sono attesi 305mila euro per la progettazione della messa in sicurezza del torrente Sessera: è il primo passo del progetto “Rendis”, che riguarderà tutto il fiume fino a Borgosesia, e che dovrebbe comportare un investimento complessivo oltre i 6 milioni.

Ad annunciare lo stanziamento è il sindaco di Pray Gian Matteo Passuello: «Abbiamo avuto la certezza che il nostro progetto è stato tra i primi ad essere finanziato». Questo significa poter procedere alla messa in sicurezza di tutta l’asta del Sessera. «E’ un intervento che riguarda non solo Pray - commenta Passuello -, ma coinvolge anche i centri di Portula, Crevacuore, Coggiola fino a Borgosesia. Nei prossimi giorni si provvederà ad avviare in Provincia la gara per individuare lo studio cui affidare la progettazione».

Sulla tempistica non c’è ancora ufficialità. «Ovviamente bisognerà fare tutti i vari passaggi burocratici - riprende Passuello -. E non siamo ancora in grado di sapere quando il cantiere potrà partire. Arriveranno i fondi per la progettazione esecutiva». E sarà un progetto che andrà a risolvere una volta per tutte il problema del rischio di piena. «Occorrerà una progettazione che comporta anche modelli matematici sull'onda di piena - sottolinea Passuello -. Inoltre per quanto riguarda Pray questo intervento avrà conseguenze anche per quanto riguarda il piano regolatore». Per quanto riguarda il nuovo intervento saranno investiti sei milioni e 400mila euro. «La progettazione preliminare - aggiunge ancora - affidata con procedura d’urgenza a due studi tecnici con dimostrata conoscenza ed esperienza di lavori pregressi nell’alveo del torrente Sessera, ha consentito di individuare interventi prioritari nei territori dei Comuni di Coggiola, Pray, Crevacuore e Borgosesia, non escludendo a progetto definito anche il coinvolgimento dei Comuni di Serravalle Sesia e Guardabosone per lavori nei territori di competenza». Tra le opere più significative si segnalano la realizzazione di una nuova arcata dei ponti di Pray Pianceri e Borgosesia, sulla strada provinciale 299, il rifacimento di vari tratti di argine e si prevede inoltre la rimodulazione in alveo del materiale inerte depositato in anni di piene. Per la precisione la spesa preventivata per la realizzazione del progetto è di 6.410.000 euro, tutto compreso.

Negli anni i vari Comuni sono intervenuti con lavori sulla messa in sicurezza del torrente Sessera, l’ultimo cantiere ha riguardato Crevacuore. Ma con il progetto “Rendis” si punta ad andare a risolvere tutte le problematiche presenti. A Pray per esempio il Comune aveva lamentato la pericolosità del materiale depositato con il tempo attorno ai piloni del ponte di Pianceri, con una piena il rischio è di avere un effetto diga. Crevacuore invece già da alcuni anni chiede alla Provincia di intervenire lungo la strada provinciale all’altezza delle gallerie di Azoglio.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...