Notizia Oggi

Stampa Home

Serravalle, distribuiti 40 chili di pane alla festa di Sant'Antonio

Le michette all’oratorio e nella casa di riposo “Don Florindo Piolo”
Articolo pubblicato il 23-01-2017 alle ore 12:34:08
 Serravalle, distribuiti 40 chili di pane alla festa di Sant'Antonio 2
Il pane durante la festa di Sant'Antonio

Grande partecipazione a Serravalle alla festa di Sant’Antonio: 40 chili di pane distribuiti durante l’appuntamento religioso. Il parroco don Tomasz Sen ha benedetto il pane durante la funzione religiosa delle 9 in chiesa parrocchiale, a seguire le michette sono state distribuite all’oratorio dedicato al santo presente sul colle serravallese e nella casa di riposo “Don Florindo Piolo”. 

«Siamo molto contenti della partecipazione in chiesa e al colle - dichiara Piero Landoni, referente del sodalizio promotore dell’evento, gli “Amici di Sant’Antonio” -. Ringrazio tutti coloro che hanno presenziato alle celebrazioni e i componenti del gruppo che si sono dati da fare per questo appuntamento».

Rispetto le scorse edizioni quest’anno c’è stata una novità. Chi ha raggiunto l’oratorio dedicato al protettore degli animali ha assistito alla benedizione del nuovo altare. Il contraltare ha sostituito quello precedente ed è stato collocato davanti alla mensa su cui spicca la statua del santo. L’opera è di legno e presenta un crocifisso al centro ben visibile ai fedeli. «Ringraziamo gli “Amici di Sant’Antonio” per il loro impegno – ha sottolineato durante la cerimonia don Sen –, con la loro tenacia e il loro buon cuore l’oratorio e il sentiero che porta al colle sono sempre in ordine».

Oltre all’altare i volontari del sodalizio serravallese hanno anche aggiunto un nuovo punto luce accanto al leggio. Al termine della giornata i presenti hanno avuto la possibilità di gustare qualche dolcetto e una bevanda calda messi a disposizione dagli “Amici” all’ingresso dell’edificio sacro.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...