Notizia Oggi

Stampa Home

Serravalle, nuovi lavori sull'oratorio di Sant'Antonio

Diverse le opere che il sodalizio porterà avanti nei prossimi giorni
Articolo pubblicato il 27-03-2017 alle ore 18:44:28
Lavori degli anni scorsi al colle serravallese
Lavori degli anni scorsi al colle serravallese

I volontari tornano al lavoro all'oratorio di Sant'Antonio di Serravalle. 

L’edificio religioso sarà a breve coinvolto da nuove opere manutentive. «Vorremmo realizzare delle coperture in pietra su quelle piccole panchine che si trovano al di sotto delle finestrelle accanto all’ingresso dell’oratorio - annuncia Piero Landoni, punto di riferimento degli “Amici di Sant’Antonio” che da anni si prendono cura della struttura -. Inoltre addetti specializzati provvederanno al controllo del tetto e alla sostituzione dei coppi danneggiati con l’andar del tempo».

Il gruppo nei prossimi giorni provvederà anche a ritinteggiare alcuni arredi dell’oratorio. «Interverremo anche sui tavoli e i corrimano sul sentiero che conduce all’oratorio – prosegue il referente del gruppo - . Applicheremo l’impregnante sulle superfici lignee per fare in modo che le intemperie non le rovinino».


I volontari non solo i soli che raggiungono il colle ultimamente. «C’è chi con bici e moto da trial arriva all’oratorio – conclude Landoni –, spesso troviamo le tracce dei pneumatici sul sentiero destinato a chi sale a piedi. A parte questo però non abbiamo più registrato, almeno per ora, gli atti vandalici che c’erano stati in passato».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...