Notizia Oggi

Stampa Home

Serravalle ricorda Giancarlo, salumiere e storico tifoso granata

Lutto
Articolo pubblicato il 11-11-2017 alle ore 11:03:11
Serravalle ricorda Giancarlo, salumiere e storico tifoso granata 3
Giancarlo Vacchini

Lutto a Serravalle per la scomparsa del commerciante Giancarlo Vacchini. L’uomo, deceduto nei giorni scorsi all’età di 83 anni, era molto conosciuto in paese. Per molti anni aveva gestito un negozio di alimentari in centro. «Si trattava di una delle attività più antiche in paese - spiega Marco, uno dei figli -, in piedi dalla fine dell’Ottocento. Per molti anni fino al 2009 a gestirlo fu mio papà. Arrivato alla meritata pensione poi decise di chiudere».

Era, precisamente, il 28 febbraio 2009 quando il commerciante abbassò le saracinesche lasciando all’ingresso dell’attività un biglietto di ringraziamento nei confronti di tutti coloro che erano stati vicino alla famiglia. Quando si è diffusa la notizia della morte di Vacchini è calato il dolore a Serravalle. Molti lo ricordano al di là del bancone e delle vetrine ricche di prelibatezze e prodotti di alta qualità. Altri ripensando al serravallese ricordano le code di clienti che si creavano nella sua attività commerciale. 

In paese l’uomo era un volto noto anche nell’ambiente delle penne nere: era infatti figlio del cavalier Angelo Vacchini che aveva partecipato alla prima guerra mondiale come alpino. «Il papà di Giancarlo era stato uno dei fondatori del nostro gruppo  – fanno sapere le penne nere  di Serravalle – e il nipote Marco è un nostro iscritto. Ci rivolgevamo sempre a Giancarlo quando in passato dovevamo organizzare i pranzi per le nostre feste. Era una persona molto gentile, generosa e sempre con il sorriso sul volto».

Tra le passioni del serravallese c’era il calcio. «In gioventù, per diversi anni, aveva giocato nella squadra Usig di Grignasco  – aggiunge uno dei figli -. Era un super tifoso del Torino tanto che alla fine degli anni Sessanta insieme ad altri amici fondò il Toro Club Serravalle che successivamente confluì nel Toro Club Gattinara. All’inizio degli anni Ottanta, inoltre, portò in visita a Serravalle Francesco “Ciccio” Graziani, allora attaccante del Torino e della nazionale poi divenuta campione nel mondo in Spagna nel 1982».

Da qualche tempo l'uomo combatteva contro la malattia e venerdì scorso si è spento all’ospedale di Borgosesia. Vacchini lascia la moglie Clara, i figli Marco e Angelo, molto conosciuti in paese, e la sorella Maria Rosa con le rispettive famiglie. 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...