Notizia Oggi

Stampa Home

Serravalle, gli insegnanti del Doposcuola musicale portano il jazz a teatro

Il concerto si terrà venerdì sera
Articolo pubblicato il 08-03-2016 alle ore 17:40:23
Serravalle, gli insegnanti del "Doposcuola musicale" portano il jazz a teatro 2
Wally Allifranchini

Un viaggio nella musica dell’Ottocento e del Novecento reinterpretata in chiave jazz. Sarà questo il filo conduttore del concerto che si terrà venerdì, con inizio alle 21.15, al teatro comunale di Serravalle. “Classica in jazz... e dintorni”, questo il titolo dell’evento, vedrà sul palco i docenti del “Doposcuola musicale”, il progetto promosso dallo scorso mese di ottobre dall’associazione culturale “Musica amica” nelle aule delle scuole medie dell’istituto comprensivo Baranzano e che vede coinvolti un buon numero di studenti. 

Sotto la direzione del maestro Wally Allifranchini, verranno interpretati nella nuova versione data dai docenti-musicisti, brani di Borodin, Bizet, Fauré, Ravel, Gershwin ed Ellington.
Oltre ad Allifranchini al sax, flauto traverso, clarinetto, ci saranno Enzo Locatelli, coordinatore del progetto, al pianoforte, Viola Barinotti, voce, Nino Bonaccorso alla batteria, Davide Calvi al piano, Leonardo Ceralli alla chitarra elettrica, Giovanni Distefano al trombone, Maurizio Torchio al basso elettrico, Claudio Quattrocchi tecnico audio e computer music. Il concerto vedrà la partecipazione straordinaria del soprano Fulvia Campora, insegnante di educazione musicale alla scuola media di Serravalle.

L’ingresso alla serata sarà gratuito per gli alunni della scuola elementare e delle medie e per i soci di Musica amica, per il pubblico adulto è di 10 euro.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...