Notizia Oggi

Stampa Home

Serravallese si aggiudica il Bonsai expo contest

Articolo pubblicato il 12-03-2016 alle ore 09:20:27
Serravallese si aggiudica il Bonsai expo contest 2
Andrea Scarenzi, primo a sinistra, alla premiazione

L’antica arte giapponese del bonsai: questa per Andrea Scarenzi, artigiano serravallese di 37 anni, è una grande passione e domenica 28 febbraio il bonsaista valsesiano è stato il vincitore (a pari merito con Luigi Maggioni) del “Bonsai Expo contest” nell’ambito del Bonsai shohin Festival promosso da Crespi Bonsai. A Parabiago, con oltre una trentina di espositori in gara, a giudicare le composizioni è stato il maestro giapponese Hiroki Miura che, dopo un attento esame, ha premiato con il primo posto sul podio le piante di Andrea.

«Sono veramente contento - commenta Scarenzi - , speravo in un buon risultato, ma il giudizio sui bonsai è anche molto legato al gusto personale per questo non si può mai partire essendo sicuri di una vittoria. La mia composizione era formata da sei Shohin e da un’erba di compagnia, sapevo che avrei potuto ottenere un buon piazzamento e sono soddisfatto». Quello del bonsai è un mondo che al serravallese si apre intorno al Duemila: «Ho iniziato a lavorare su qualche piantina circa 15 anni fa, poi con il passare del tempo e acquisendo maggiore esperienza sono riuscito a migliorare la tecnica e a realizzare composizioni come quella del “contest”».

Un’esperienza molto formativa in ambito bonsaistico è stata il viaggio in Giappone che il serravallese ha fatto con altri soci del Sesia Bonsai Club di Ghemme di cui fa parte: «Essendo nata proprio lì, l’arte del bonsai è molto sentita e si possono ammirare delle piante fantastiche. La loro tecnica è altissima e la si nota soprattutto nelle ramificazioni che riescono a ottenere sulle piante. Rispetto a qualche anno fa però anche in Italia la tecnica sta aumentando e piano piano ci stiamo avvicinando».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...