Notizia Oggi

Stampa Home

«Sesia in secca, le centraline ''bevono'' troppa acqua»

Tra il ponte del Baraggiolo di Varallo e Borgo
Articolo pubblicato il 23-11-2017 alle ore 13:08:28
«Sesia in secca, le centraline ''bevono'' troppa acqua» 2
Un tratto del fiume Sesia all’altezza di Borgosesia

«Il rilascio delle centraline sul Sesia tra il ponte del Baraggiolo di Varallo e Borgosesia risulterebbe decisamente basso, se non del tutto inesistente». E’ quanto afferma il segretario valsesiano di Sinistra italiana, Simone Vallana. «Diverse persone mi hanno segnalato questo fatto - dice. In effetti, soffermandosi a vedere meglio, la quantità di acqua sembrerebbe non garantire il deflusso minimo vitale del fiume. In periodi di particolare siccità, sempre più frequenti a causa dei cambiamenti climatici, è essenziale che le centraline garantiscano un deflusso tale da evitare che il fiume venga quasi di fatto prosciugato. Se così non fosse, i rischi ambientali che ne deriverebbero sarebbero pesanti ed irreparabili». Sinistra italiana chiede così alla Provincia «di controllare che almeno il deflusso minimo sia garantito e di monitorare la situazione delle centraline presenti sul Sesia. Sempre rimanendo in tema - prosegue - speriamo che i progetti di costruzione di centraline a Rassa e in Val Mastallone vengano abbandonati. Occorre seguire l’esempio dell’amministrazione comunale di Postua, che ha dato parere negativo alla costruzione di una centralina sul rio Forcioula».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...