Notizia Oggi

Stampa Home

Si era uccisa a 15 anni, oggi i cinque cyberbulli in aula

Si chiederà l'affidamento ai servizi
Articolo pubblicato il 12-04-2016 alle ore 07:08:43
Si era uccisa a 15 anni, oggi i cinque cyberbulli in aula 2
Carolina Picchio

Potrebbero essere affidati ai servizi sociali per un periodo di recupero i cinque ragazzi di Novara accusati di aver provocato, la notte del 5 gennaio 2013, il suicidio di Carolina Picchio, 15 anni, esasperata e distruttuta psicologicamente dopo che quei compagni di scuola l'avevano messa alla berlina su Facebook. La richiesta di "messa alla prova" verrà probabimente formulata oggi dai legali di tutti e cinque gli accusati.

I ragazzi, nati tra il 1996 e il 1998, sono accusati a vaio titolo di reati quali morte come conseguenza non voluta di altro delitto, stalking, violenza sessuale di gruppo, diffamazione, detenzione di sostanze stupefacenti, detenzione e divulgazione di materiale pedopornografico. Adesso il caso approda al Tribunale per i minorenni di Torino. Da parte sua, il padre della vittima anche ieri sera sui telegiornali nazionali ha auspicato soprattutto un presa di coscienza collettiva dei danni che può arrecare il cosiddetto "cyberbullismo".

 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...