Notizia Oggi

Stampa Home
Oggi un immane lavoro da terra di una cinquantina di operatori

Si riduce il fronte dell'incendio in Valsessera

Le fiamme sembrano progredire solo verso la strada che sale ala diga
Articolo pubblicato il 05-12-2015 alle ore 21:34:48
Si riduce il fronte dell'incendio in Valsessera 3
Un'altra notte di fuoco

Non è spento, ma adesso pare parzialmente sotto controllo il rogo che da più di una settimana sta devastando l'alta Valsessera. Più che altro, il fronte sembra limitato alla lunga linea di fuoco che scende verso la strada che dalla centrale del Piancone sale verso la diga. Difficile però avere certezze: sia perché la visibilità è ancora ridotta, sia perché per garantire che il focolaio sia spento è necessaria una bonifica quasi metro per metro. In ogni caso, sui due fronti laterali la situazione appare decisamente migliorata.

Di certo oggi lo sforzo dei volontari di numerose squadre Aib, assieme a vigili del fuoco e corpo forestale, è stato imponente: una cinquantina gli uomini impegnati in zona dalle prime luci del mattino fino a sera, e anche adesso l'area viene costantemente monitorata. Sarebbe opportuno che domani si alzasse almeno una brezza sufficiente a sgombrare la visuale dal fumo, così da poter far alzare i canadair. Forse si riuscirebbe ad arginare una volta per tutte la situazione. 

Anche la pesante cappa di fumo che da qualche giorno incombe sui paesi oggi si è fatta sentire un po' di meno. In ogni caso, il danno è enorme: sia dal punto di vista dell'ambiente, sia per i costi. La speranza di tutti è che l'autore (o gli autori) di questo disastro possa avere un nome e un volto.

Tags: incendio valsessera

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...