Notizia Oggi

Stampa Home

Sono Germana Boin e Mario Marcotti i coniugi di Trivero morti nell'incidente di ieri sera in A4

E' accaduto intorno alle 23 nel territorio di Romentino
Articolo pubblicato il 04-01-2018 alle ore 11:52:31
Coppia d Trivero muore nell'incidente in A4 3
La Fiat 600 su cui viaggiavano i due coniugi di Trivero

Sono due coniugi di Trivero le vittime dell'incidente accaduto ieri sera, mercoledì 3 gennaio, sulla A4 nel territorio del Comune di Romentino, nei pressi di Novara. La donna si chiamava Germana Boin, aveva 55 anni ed è morta sul colpo. Il marito, Mario Marcotti, 56 anni, triverese ma originario di Varallo, è stato trasportato in condizioni gravi all'ospedale di Novara ed è deceduto qualche ora dopo. La coppia era a bordo di un’auto quando è stata urtata da un carro funebre. Questo, che stava facendo rientro da Lecce, era guidato da A. P., un 31enne. A un certo punto, come detto, ha tamponato la Fiat 600, che viaggiava in direzione Torino.

Nel tragico sinistro è rimasta lievemente ferita anche la sorella di Marcotti, Silvana, 55enne di Soprana, che era alla guida dell'auto. Il 31enne alla guida del carro funebre è stato ricoverato al pronto soccorso in stato di choc. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco del comando provinciale di Novara e del distaccamento di Magenta, e le ambulanze dell’Areu.

 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...