Notizia Oggi

Stampa Home
Colpo messo a segno dai carabinieri di Cossato, che hanno scoperto un garage pieno di droga

Spaccio in Valsesia e dintorni, denunciati in 22

Coinvolti anche giovani di Borgosesia, Pray e Trivero
Articolo pubblicato il 04-01-2016 alle ore 17:55:10
Spaccio in Valsesia e dintorni, denunciati in 22 3
Foto d'archivio

Dopo l'arresto e le denunce della rete dello spaccio che faceva capo a Quarona, un'altra operazione delle forze dell'ordine che va a colpire la distribuzione delle droga in Valsesia. L'altro giorno è stato scoperto a Cossato, nel Biellese, un garage che era una sorta di centrale di spaccio che riforniva "clienti" della Valle di Mosso, della Valsessera e della Valsesia. L'operazione anti-droga è stata chiamata "Pit Stop" ed è stata portata a termine dai carabinieri della compagnia di Cossato, guidati dal maggiore Alberto Menziola. Alla fine sono stati denunciti ben 22 giovani e giovanissimi (per lo più intorno ai vent'anni, venti ragazzi e due ragazzi, di nazionalità in parte italiana e in parte marocchina) e sequestrato 30 grammi di eroina, 50 di hashish e 2 di cocaina. Anche in questo caso la trappola è scattata dopo lunghe settimane di appostamenti, intercettazioni e studio delle abitudini dei frequentatori del garage.

Tra i denunciati ci sono ragazzi di Cossato, Trivero, Strona, Valle San Nicolao, Mottalciata, Pray, Borgomanero, Borgosesia e San Mauro Torinese. Secondo quanto scoperto dai carabinieri, i ragazzi andavano a rifornirsi a Torino da un altro gruppo di loro coetanei (dediti, pare, oltre che al traffico di droga, anche al borseggio sui mezzi pubblici cittadini). Denunciati anche i proprietari dell'edificio, che sono i genitori di uno dei giovani spacciatori.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti
  1. Viticoltori di Ghemme fotomodelli...

    Viticoltori di Ghemme fotomodelli... (letto 1 volte)

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...