Notizia Oggi

Stampa Home

Svaligiati un bar e un'abitazione ad Ailoche

A Capodanno
Articolo pubblicato il 10-01-2018 alle ore 12:46:57
Svaligiati un bar e un'abitazione ad Ailoche 2
Foto d'archivio

Capodanno con furti ad Ailoche. Due i colpi messi a segno: in un bar di località Gabbio e nella casa di un privato. Non si può sapere se gli episodi sono collegati, ma sono avvenuti a distanza di poche ore l’uno dall’altro.  I malviventi hanno atteso il primo giorno di riposo dell’anno per mettere a segno un colpo al bar ristorante “La pinta” di Ailoche in località Gabbio. Il proprietario si è trovato le slot machine scassinate così come il cambiamonete. Non è restato altro che presentare denuncia, ancora da quantificare invece i soldi che sono stati sottratti. E in Valsessera non è la prima volta che i locali vengono presi di mira dai ladri svuota-slot machine. Nel corso del 2017 anche il bar del bocciodromo di Crevacuore era stato visitato dai ladri.

Il furto ad Ailoche in località Gabbio è avvenuto proprio nella giornata del primo dell’anno, con ogni probabilità nelle prime ore della mattinata di lunedì quando il locale era chiuso dopo essere stato aperto per tutte le festività. E in teoria le slot machine dovevano essere belle piene. Un’azione criminale ben pensata nei minimi particolari. Le indagini sono seguite dai carabinieri. Sembra però che nessuno abbia notato nulla, i malviventi sono riusciti a penetrare all’interno del bar e quindi hanno avuto tutto il tempo per poter lavorare a svuotare slot e il cambiamonete per poi darsi alla fuga. Nella mattinata del primo dell’anno tutti erano ancora a casa, chi tra le coperte dopo i festeggiamenti fin dopo la mezzanotte.

Ma non è stato l’unico colpo messo a segno. Sempre a cavallo tra fine 2017 e inizio del 2018 i malviventi si sono introdotti anche in una casa, sempre nella zona bassa di Ailoche portando via quanto di prezioso c’era all’interno della casa. Non si può sapere se i due reati sono opera dello stesso disegno criminoso, sta di fatto che sono stati messi a segno a poche ore di distanza l’uno dall’altro e nella zona bassa del paese. Due coincidenze comunque da non sottovalutare.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...