Notizia Oggi

Stampa Home

Tanta gente ieri per l'addio a Mompiani, morto a 45 anni

il funerale in duomo a Biella
Articolo pubblicato il 18-03-2016 alle ore 14:35:30
Tanta gente ieri per l'addio a Mompiani, morto a 45 anni 2
Riccardo Mompiani

Molta gente ieri pomeriggio al duomo di Biella per l'ultimo addio a Riccardo Mompiani, direttore del personale del gruppo Zegna morto a solo 45 anni a causa di un tumore contro il quale lottava da tempo. Il manager si era infine spento all’ospedale di Novara. Originario di Biella ma residente a Brusnengo, Mompiani era arrivato a Zegna quasi vent’anni fa, nel novembre del 1997 dopo una solida formazione universitaria e dopo aver lavorato in Biverbanca e al lanificio Piacenza. Avendo appunto a che fare con le risorse umane, era un volto conosciuto un po’ ovunque, a Trivero come nelle altre aziende del gruppo.

«Riccardo era una persona dalle grandi doti manageriali ma anche umane - lo ricorda Domenico Spadola, ex assessore di Trivero e una vita passata nel gruppo Zegna -. Nonostante appartenesse ai cosiddetti “piani alti” di una gerarchia aziendale, era un uomo sempre disponibile a confrontarsi su qualunque cosa.  Io con lui ho sempre avuto un ottimo rapporto personale. Ricordo, tra le altre cose, la bella collaborazione che si è instaurata quando abbiamo aperto il baby parking aziendale “L’ape Maia” nell’ex scuola materna di frazione Gioia. Era una persona professionalmente molto preparata. Anche se non viveva a Trivero, era comunque molto attento al nostro territorio, si era lasciato coinvolgere dalla passione di casa Zegna per le nostre montagne. Mi spiace moltissimo». Ora Mompiani riposa nel cimitero di Brusnengo Caraceto.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...