Notizia Oggi

Stampa Home

Trivero abbraccia don Gianni, sacerdote da 50 anni

Sabato scorso
Articolo pubblicato il 01-07-2017 alle ore 17:03:11
Trivero abbraccia don Gianni, sacerdote da 50 anni 3
I palloncini lanciati in cielo da don Gianni Pedrolini

I palloncini gialli e bianchi lanciati in cielo da don Gianni Pedrolini e dai ragazzi dell'unità pastorale San Bernardo hanno concluso la festa dedicata al parroco, che ha tagliato il traguardo dei 50 anni di sacerdozio. Sabato pomeriggio la chiesa di Matrice ha accolto i tantissimi fedeli che hanno voluto partecipare all'evento: presenti anche i rappresentanti dell'amministrazione comunale, delle associazioni, i ragazzi e gli animatori parrocchiali con la maglia dedicata al sacerdote, le famiglie e anche membri della comunità di Salussola, dove don Pedrolini ha trascorso trent'anni.

Ad accoglierlo all'entrata della sua chiesa, dove è arrivato nel 2003, è stato un applauso spontaneo. Mentre in piazza sono stati i ragazzi dell'oratorio e gli scout a fargli da “cordone” d'onore. «Questa è la messa d'oro di don Gianni – ha detto don Dino Lanzone, che lo ha preceduto alla guida della parrocchia – ed è un modo per dirgli grazie perché è un prete vero, nel profondo». Parole di ringraziamento sono venute da un rappresentante della comunità: «Questa è una data importante, con un cammino ricco di esperienze. Noi parrocchiani vogliamo ringraziare il Signore che l'ha messa sulla nostra strada come parroco. Ha sempre avuto una totale dedizione per le nostre parrocchie, c'è per tutti a tempo pieno. La porta della casa parrocchiale è sempre aperta a chi ne ha bisogno. La sua semplicità è spiazzante così come il suo sorriso aperto. Noi contiamo su di lei, ma anche lei può contare su di noi, perché le vogliamo bene».

Durante la funzione religiosa, allietata dal coro parrocchiale, ci sono stati altre interventi da parte del sindaco e del parroco di Salussola. «Grazie per i piccoli gesti che fai quotidianamente – ha detto il primo cittadino di Trivero Mario Carli – e per la tua grande attenzione agli altri». Tra i regali ricevuti il viaggio in Terra Santa da parte dei parrocchiani di Trivero, che farà con il compagno e amico don Franco Ravinale, un quadro dell'oratorio di San Bernardo, e un quadro con la benedizione apostolica da parte di papa Francesco. Don Gianni con la sua ironia, simpatia e semplicità non ha voluto dilungarsi in grandi discorsi. Si è rivolto ai suoi ragazzi, seduti davanti all'altare e ai tanti parrocchiani.

«Sono parroco dal 1967 – ha detto il sacerdote – e vi ringrazio di vero cuore per quello che avete fatto e per essermi vicino. Siamo una famiglia, è importante volere bene ai preti. Vi accolgo nel mio cuore così come siete». Nella piazza c'è ancora stato tempo per i saluti e gli abbracci, in tanti hanno voluto salutarlo e ringraziarlo personalmente, anche i membri delle varie associazioni che operano a Trivero. I volontari hanno preparato una merenda cenoira e in serata è stato proposto un momento dedicato ai ricordi con una particolare proiezione.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...