Notizia Oggi

Stampa Home

Trivero, operaio attaccato da uno sciame di vespe

Gli insetti si sono accaniti sull'uomo
Articolo pubblicato il 28-07-2017 alle ore 10:47:23
foto repertorio
foto repertorio

Una nuvola di vespe assale un operaio. L'incidente è accaduto tra Trivero e Portula nei giorni scorsi. E' soltanto grazie all’intervento dell’ambulanza medicalizzata del 118 di base a Trivero al Centro Zegna se un uomo residente nel Biellese è ancora vivo.

La vittima è un operaio che era impegnato a lavorare nella zona del Brovarone, a confine tra Trivero e Portula, nei pressi del monastero delle Romite Battistine. Una zona dunque isolata e difficile da raggiungere, a un certo punto ha messo il piede nel posto sbagliato svegliando un nido di vespe. Gli insetti si sono accaniti su di lui pungendolo in diverse parti del corpo. L’uomo ha avuto una reazione allergica, tanto da andare in shock. E’ stato allertato quindi il 118 e per fortuna a pochi metri di distanza era di base il 118 con medico. Ed è stata proprio l’equipe a intervenire sul posto. Il medico gli ha iniettato gli antistaminici e l’adrenalina per poter combattere lo shock. Una volta stabilizzato è stato quindi portato in ospedale per le cure del caso. La disavventura per fortuna è ormai un ricordo, l’uomo ha ripreso conoscenza.

Le punture di vespe spesso provocano nell’uomo una reazione allergica che può essere fatale, tempestivo è l’intervento con una cura apposita di antistaminici. Sempre nella zona della Valsessera alcuni anni fa una donna morì a causa di una puntura proprio mentre stava facendo una normale passeggiata per i sentieri. La presenza del 118 a Trivero all’ex ospedaletto nel caso avvenuto pochi giorni fa si è dimostrata determinante. Questo è solo uno dei tanti episodi che sono stati determinanti. Non va dimenticato infatti che il servizio è stato attivato nei mesi scorsi proprio dopo l’insistenza del territorio per avere una base di emergenza. Da più parti infatti è sempre stato sottolineato come il Triverese e la Valsessera siano un luogo dove lavorano ancora migliaia di persone, senza dimenticare i turisti che salgono in zona nel periodo estivo e invernale. L’ambulanza che prima era di stanza a Cossato e Borgosesia era troppo lontana. Appena qualche settimana fa era stata inaugurata all’ex ospedaletto la nuova casa della salute. Lo stesso direttore generale dell’Asl Gianni Bonelli aveva ricordato che «con l’ambulanza medicalizzata 118 attiva 24 ore Trivero è una delle zone meglio servite di tutta la Regione».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...