Notizia Oggi

Stampa Home

Tutto esaurito per la festa degli alpini di Foresto

Nel ''ponte'' di Ferragosto
Articolo pubblicato il 22-08-2017 alle ore 09:08:01
Tutto esaurito per la festa degli alpini di Foresto 2
Il gruppo alpini di Foresto

Tutto esaurito alla festa alpina al colle dell’Assunta di Foresto. Anche quest’anno sono infatti state numerose le persone intervenute alla manifestazione proposta nel “ponte” di Ferragosto dalle penne nere della località borgosesiana. Oltre ai membri del gruppo alpino della frazione, sono state anche molte altre le penne nere provenienti dalla Valsesia, Valsessera, Novarese e da province lontane ad avere aderito alla festa. Presente anche il presidente della sezione Valsesiana Gianni Mora con alcuni soci del direttivo. Non solo penne nere alla festa, ma anche numerosi amici e simpatizzanti non hanno voluto mancare alla tradizionale proposta degli alpini di Foresto: «E’ stato un raduno molto positivo e baciato dal sole - commenta il capogruppo Ezio Novarina -. Abbiamo avuto molte presenze e tutto è filato liscio».

Ad attirare e conquistare i partecipanti è stato come sempre soprattutto la cucina: per tre giornate nell’area verde di Foresto è stato possibile gustare le specialità gastronomiche preparate dai volontari del gruppo organizzatore. Ma la festa alpina di Foresto non è stata soltanto cucina, sono stati numerosi anche i momenti celebrativi e liturgici: martedì, giorno di Ferragosto, in occasione della festa della Madonna Assunta, al santuario don Silvio Barbaglia e il parroco don Giovanni Bossi hanno celebrato la messa; successivamente è stato proposto il pranzo al quale hanno preso parte quasi duecento commensali; poi vespri, benedizione e incanto delle offerte pro santuario.

E nell'ultimo giorno della festa, è stata la volta del raduno alpino: dopo il tradizionale alzabandiera, don Bossi ha celebrato la funzione religiosa. La giornata, allietata dalla Fanfara alpina di Foresto, è poi proseguita con il pranzo.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...