Notizia Oggi

Stampa Home
Iniziativa a Mosso

Tutto pronto per il falò di Marchetto

Si tratta di una tradizione che si perde nei secoli
Articolo pubblicato il 03-01-2016 alle ore 15:20:26
Il presepe di Marchetto
Il presepe di Marchetto

Il tradizionale falò di Marchetto a Mosso brucerà  martedì  5 gennaio intorno alle  21. La grandiosa catasta di legna che solitamente si accendeva la vigilia di Natale, arderà   per 'brusé la veggia'. Si perde nei secoli la tradizione dei falò dell'Epifania,  per chiudere le feste natalizie e dare il benvenuto al nuovo anno.  Bruciare la Befana è un antico rito propiziatorio per il passaggio dall’anno passato al nuovo. La “vecchia” rappresenta l’anno passato che brucia, dalle cui ceneri nascerà quello nuovo. I dolci che porta la Befana rappresentano i semi, i doni dell'anno in avvenire. La scopa è lo strumento che serve per spazzare via l’anno vecchio, e le calze rotte rappresentano il cammino. Befane , dolcetti per bambini, delizioso vin brulé e cioccolata calda saranno offerti a chi vorrà partecipare. Nel giorno dell'Epifania invece, nel centro storico di Mosso, il Presepe Gigante sarà al suo ultimo giorno di apertura e nel pomeriggio la Befana accoglierà i bambini con le sue  caramelle fatate.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...