Notizia Oggi

Stampa Home

Una trentina di asinelli abbandonati a loro stessi

Sopralluogo di forestale e Asl
Articolo pubblicato il 12-10-2016 alle ore 15:14:38
Una trentina di asinelli abbandonati a loro stessi 2
Foto d'archivio

Una trentina di asinelli vivevano tra Campiglia e Bielmonte, nel Biellese, abbandonati a loro stessi, senza cibo nè copertura per ripararsi dal freddo e dalla pioggia.

E' stato un escursionista a segnalare al corpo forestale la presenza di quegli animali. Gli uomini della forestale hanno affettuato un sopralluogo con il sindaco di Campiglia e i veterinari dell'Asl, che hanno dato mandato al primo cittadino di contattare il proprietario e nel frattempo di far scendere a valle gli asini (alcuni di loro erano in condizioni di salute precarie).

Nel frattempo il rifugio degli asinelli di Sala Biellese ha fatto arrivare in alpeggio del fieno per far mangiare gli animali.

 

 

"Nelle prossime ore seguirà comunque un secondo sopralluogo per verificare che gli accordi siano stati rispettati". Coinvolto anche il Rifugio degli Asinelli di Sala Biellese. "Siamo stati contattati ieri pomeriggio ma non abbiamo potuto raggiungere l'alpeggio per motivi logistici- spiega Barbara, responsabile del centro- "ci hanno comunicato che si tratta di circa 30 asini alcuni dei quali, in condizioni di salute precaria. Al momento non abbiamo attivato le procedure per l'accoglienza perchè siamo in attesa di sapere dove verranno trasferiti gli animali da parte del proprietario. Abbiamo comunque voluto fare la nostra parte inviando questa mattina una rotoballa di fieno direttamente in alpeggio al fine di garantire il cibo necessario in attesa del trasferimento".

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...