Notizia Oggi

Stampa Home

Valmaggiore, per il Comitato dei cittadini Villa Chiarino non è agibile

La questione è stata sollevata dopo l'arrivo dei dieci migranti
Articolo pubblicato il 04-03-2016 alle ore 12:11:29
Valmaggiore, per il Comitato dei cittadini Villa Chiarino non è agibile 2
L'arrivo a Valmaggiore dei profughi

Pur non avendo messo in atto azioni “rumorose” come a Borgosesia, anche a Valmaggiore l’arrivo dei profughi non è passato inosservato. Qui gli animi si sono scaldati per la sistemazione scelta per ospitare i migranti (che sono dieci): Villa Chiarino, la casa che un tempo era abitata dalle suore. Quella stessa casa per il Comitato dei cittadini della frazione, sorto spontaneamente quando si è saputo dell’arrivo dei profughi, non è agibile: «Dall’esame degli atti in nostro possesso Villa Chiarino è sprovvista dell’agibilità - dice il vice presidente del comitato Luigi D’Agostino -. Per questo siamo rimasti sconcertati martedì quando abbiamo saputo dell’arrivo dei profughi. Vorremmo sapere se l’Asl ha rilasciato tutte le autorizzazioni del caso e quante persone possono essere ospitate. Da quanto ne sappiamo non ci sono nemmeno gli allacci fognari».

Nel caso i documenti non siano tutti in regola, il Comitato è pronto a far scattare le denunce. «E’ una questione di tranquillità: abbiamo avuto diversi esempi di come possano esplodere proteste se i profughi non si trovano bene e una situazione del genere è tutt’altro che auspicabile. Di fronte a situazioni di questo tipo viene spontaneo chiedersi quali interessi ci siano dietro le cooperative che prendono in carico i migranti».

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...