Notizia Oggi

Stampa Home
Presentato in biblioteca il libro che racconta la storia di guarigione di Elena Macchiorlatti

Varallo: cancro al quarto stadio a 27 anni, è guarita

"Tutti i medici credevano in me e mi facevano coraggio, tranne l'oncologa..."
Articolo pubblicato il 08-12-2015 alle ore 12:10:44
Varallo: cancro al quarto stadio a 27 anni, è guarita 4
Al centro, Elena Macchiorlatti

Per i medici è una sorta di miracolo. A 27 anni ha scoperto un cancro all'utero già in fase molto avanzata (quarto stadio). Ma è riuscita a guarire. Si tratta di Elena Macchiorlatti, una varallese oggi 44enne che l'altro giorno ha presentato in biblioteca un libro che ripercorre la sua vicenda di guarigione, scritto a quattro mani con l'amica Barbara Saccagno.

Il romanzo autobiografico si intitola “Oltre il mio destino”  e ha come protagonista Nina, sotto il cui nome si nasconde Elena. La quale ancora oggi fatica a riemergere quell’esperienza: «Il dolore fisico si supera, quello morale invece riaffiora e terrorizza la possibilità che possa ripresentarsi, ma per scrivere il libro ho dovuto rivivere quello che avrei voluto dimenticare, ed è stato qualcosa che mi ha commossa, ma anche destabilizzata. Il tumore mi ha isolata dal mondo: di tutti coloro che si erano professati amici solo tre mi sono rimasti accanto, per fortuna avevo la mia famiglia e mia figlia Giulia, che non volevo neppure pensare che crescesse senza mamma. I dottori per me sono stati dei veri e propri angeli, tranne l’oncologa che non ha mai avuto parole di speranza, mentre la comunicazione e l’empatia sono molto importanti nel difficile cammino della guarigione».

Per Barbara Saccagno questa collaborazione «E' stata un viaggio complicato, con il timore di non riuscire a rendere quello che Elena mi raccontava, per questo spesso mi sono servita di metafore. Abbiano vissuto per un anno e mezzo a stretto contatto e si è creato un legame profondo».

Elena ha risposto anche ad alcune domande del pubblico, concludendo proprio con un messaggio di speranza: «Dal cancro si guarisce, ma bisogna crederci, lottare, non tutti ci riescono perché occorre anche un po’ di fortuna, ma bisogna sempre essere positivi». Il libro sarà presentato nuovamente venerdì 18 dicembre, alle ore 21 al Centro Sociale di Serravalle.

 

Tags: elena macchiorlatti

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Più letti

I più letti

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...