Notizia Oggi

Stampa Home

Varallo e l'alta valle piangono Giuditta Nidoblar

Aveva lavorato nel negozio del paese con il marito
Articolo pubblicato il 18-03-2016 alle ore 12:04:06
Varallo e l'alta valle piangono Giuditta Nidoblar 2
Giuditta Nidoblar

Per anni aveva gestito con il marito la bottega di Rimasco: è morta all’età di 100 anni Giuditta Nidoblar, vedova Preti. La donna ha abitato a Rimasco dove ha gestito la bottega del paese, una figura quindi molto conosciuta da tutti i residenti della vallata.

Successivamente ha proseguito la sua attività dietro al bancone del bar Aurora di Varallo sul ponte Antonini. La donna era nata il 13 febbraio 1916 ed è morta l’8 marzo. I familiari la vogliono ricordare con una poesia: «Cara mamma e nonna Giuditta, hai donato alle tue figlie e ai tuoi nipoti un grande cuore pieno di affetto, di saggezza, di pazienza e di amore con la tua semplicità. Grazie».

In tanti hanno voluto prendere parte al funerale che si è celebrato nei giorni scorsi, la famiglia ringrazia tutti i partecipanti per la vicinanza in questo momento di dolore. 

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...