Notizia Oggi

Stampa Home

Varallo, è tornato a suonare l'antico organo di San Giacomo

Articolo pubblicato il 07-11-2017 alle ore 18:22:29
Varallo, è tornato a suonare l'antico organo di San Giacomo 3
Varallo, è tornato a suonare l'antico organo di San Giacomo 3

La chiesa di San Giacomo a Varallo torna agli antichi fasti. Nel finesettimana la confraternita della Santissima Trinità ha potuto festeggiare due importanti operazioni di restauro, riguardando l’organo e il campanile. Sabato pomeriggio si è tenuto il concerto inaugurale, tenuto dal maestro Dario Colombo, dell’antico organo che negli ultimi mesi è stato oggetto di un intervento di restauro a opera della ditta “Marzi Italo” di Pogno. Per affrontare le spese del restauro, i confratelli hanno pensato di chiedere l’aiuto dei fedeli attraverso l’iniziativa “Adotta anche tu una canna d’organo”. Chi vuole partecipare può acquistare una o più canne al costo di 25 euro l’una dopo le funzioni religiose oppure rivolgendosi al priore Giorgio Malvestito.

Ieri invece si è tenuto l’ormai tradizionale appuntamento con la “Festa del restauro del campanile di San Giacomo”. Per l’occasione la messa è stata celebrata da don Roberto Collarini che nell’omelia ha voluto ricordare l’importanza dell’impegno di tutti per far fronte alle necessità della comunità come hanno fatto coloro che hanno combattuto per raggiungere l’unità nazionale festeggiata il 4 novembre e chi ha partecipato alle operazioni di soccorso in occasione della frana abbattutasi 23 anni fa sul Levante. Inoltre nel corso della funzione è stata ricordata anche la figura di don Armando Avondo che per molti anni ha celebrato la messa nella chiesa di San Giacomo. Al termine a tutti i fedeli è stato offerto un rinfresco sotto il portico dell’edificio religioso.

Attualità

Cronaca

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...