Notizia Oggi

Stampa Home

Varallo, i volontari liberano dai rovi l'antico forno di Dovesio

Articolo pubblicato il 24-11-2017 alle ore 16:46:29
Varallo, i volontari liberano dai rovi l'antico forno di Dovesio 3
Varallo, i volontari liberano dai rovi l'antico forno di Dovesio 3

Torna alla luce l’antico forno del pane di Dovesio, che era rimasto sepolto dalla vegetazione. In tanti nel fine settimana hanno risposto all’invito fatto dall’amministrazione comunale varallese per il recupero della struttura nella frazione varallese. L’antico forno infatti era completamente ricoperto dai rovi, inagibile e prossimo al crollo. Già nella giornata di venerdì qualche volenteroso frazionista aveva iniziato il lavoro di sboscamento, ma sabato un buon numero di volontari, con in testa il sindaco Eraldo Botta e il vice Pietro Bondetti, si sono adoperati per questo primo intervento di recupero. «Sono soddisfatto per la risposta dei frazionisti e per questo ringrazio tutti gli intervenuti - dice il primo cittadino -. Questo che è solo il primo intervento al quale seguiranno gli altri lavori necessari al recupero di questo bel forno storico frazionale, dove in futuro si possa, in occasioni speciali e rievocative, tornare a panificare e magari cucinare per gli abitanti di Dovesio e di Arboerio».

Soddisfatto della buona partecipazione all’iniziativa anche il vice sindaco. «Bella operazione - aggiunge Bondetti - non solo per il lavoro svolto ma anche per l’interesse dimostrato dagli abitanti senza i quali gli amministratori da soli avrebbero potuto fare ben poco. Mi ha colpito soprattutto la presenza di giovanissimi che hanno assistito al lavoro dei genitori recependo così e con l’esempio, il valore dell’impegno nel conservare i beni del territorio».

Il forno è datato 1867, ma si suppone sia solo la data di una ristrutturazione, mentre la data di costruzione, per le caratteristiche del portale, fa supporre a un’epoca ben antecedente di forse un paio di secoli. Al lavoro di sboscamento seguirà una provvisoria copertura di protezione per poi proseguire con il rifacimento del tetto e il consolidamento delle pareti già nella prossima primavera. Un’operazione più ampia di pulizia intorno potrebbe consentire il recupero di una piccola area dove proporre, già nell’estate 2018, una manifestazione rievocativa con la rimessa in funzione dell’antico forno».

Politica

Economia e Lavoro

Sport

Cultura e Spettacolo

Eventi e Manifestazioni

Sanità e salute

Lettere

Lettere

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita

per non dimenticare Don Cesare Boschin vittima della malavita
Lettera del 14-12-2016

Buongiorno, sono una nipote di Don Cesare Boschin. Mi chiamo Isabella Formica. Lo zio è morto per mano della malavita. Ha difeso sempre i suoi parrocchiani...

ringraziamenti per Hospice di Gattinara

ringraziamenti per Hospice di Gattinara
Lettera del 30-08-2016

Gent. Direttore, il mio papà, Mario Beneduce, è mancato, a causa di un brutto tumore, il giorno 29 agosto scorso. Attraverso il Suo stimato giornale...